Carnevale in tavola

28 febbraio 2011 
<p>Carnevale in tavola</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

L'origine pre-cristiana delle festività carnevalesche si fa risalire alle dionisiache greche e ai saturnali romani, periodi dedicati allo scherzo,  nel quale si sovvertivano le normali convenzioni.

Per noi è sicuramente la festa più vivace e giocosa dell'anno, quasi un invito ai colori della primavera a prendere il sopravvento sul grigio inverno.

Il menu corrispondente dovrà quindi essere altrettanto colorato ed invitante.

Inizia con il profumo di mare e servi delle patate ripiene di gamberetti e verdura in onore di uno dei carnevali più conosciuti della nostra penisola, quello di Viareggio, con i famosi enormi carri allegorici.

Hai mai assistito al carnevale d'Ivrea? Una pioggia d'arance! Provale con il salmone e le cipolle.

Sapevi che il carnevale di Putignano è il più lungo d'Italia? Proponi allora un primo piatto di Puglia, classicissimo ma sempre apprezzato, orecchiette alle cime di rapa.

Un secondo del Veneto, spezzatino di vitello al cartoccio, in omaggio alle  maschere più famose al mondo, che si possono trovare solo al carnevale veneziano.

Accompagna il tutto con un appetitoso gratin di verdure e con delle saporite fiostreghe.

Per la sezione dolci ti puoi sbizzarrire, dalle classiche frappe a quelle aromatizzate all'arancia, dalle frittelle di riso alle castagnole.

Buon divertimento!

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).