Le mille e una bolla

11 aprile 2011 
<p>Le mille e una bolla</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

A vederle danzare nel bicchiere, le bollicine sembrano tutte uguali ma ad uno sguardo e naturalmente ad un assaggio più attento, così non è. Ecco qualche "frizzante" consiglio per l'organizzazione di una serata "tutta flut".

Accogli  gli ospiti con  un entratina a base di olive e se hai pazienza (nel prepararle)  proponi oltre alle fantastiche ascolane, quelle farcite e quelle verdi alle mandorle,  accompagnate da un  prosecco ottenuto con metodo Charmat. Charmat, è una tecnica rapida di spumantizzazione che utilizza grandi recipienti perfettamente ermetici, chiamati autoclavi.

Adottalo anche per valorizzare dei rotolini di salmone affumicato e rucola, semplici e invitanti.

Per il primo piatto, cannelloni al ripieno di pesce, servi un Franciacorta Gran Cuvée, ottenuto con il metodo classico, conosciuto anche come Champenois, che consiste in una lenta rifermentazione del vino in bottiglia, a cui segue una maturazione a contatto con i lieviti.

Proponi poi una mousse di spigola con salsa allo champagne e scaglie di tartufo nero, che è buona regola servire con lo stesso vino utilizzato per la preparazione. Se preferisci confinare la scelta enologica in Italia, scegli uno spumante trentino, uvaggio Pinot nero e Chardonnay, che nulla ha da invidiare ai cugini d'Oltralpe.

Le bollicine più amabili vanno riservate per i dessert, Moscato d'Asti quindi, ottimo anche in una combinazione interregionale con  i cantuccini toscani.

Non dimenticare che anche la qualità delle bollicine si valuta in base alla persistenza, al numero e alla dimensione, più sono durature,  numerose e piccole, più sono nobili!

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Ciao Cinzia, hai ragione, la panna era "fuggita" dalla lista degli ingredienti della mousse di spigola. Grazie della segnalazione! :-)

CINZIA 67 mesi fa

SCUSATE DIMENTICAVO, PARLO DELLA MOUSSE DI SPIGOLA

CINZIA 67 mesi fa

FORSE SE SCRIVESTE ACNHE QUANTA PANNA SERVE VISTO CHE NEGLI INGREDIENTI NON C'E' SAREBBE MEGLIO...QUANDO SI SCRIVONO LE RICETTE O SI SCRIVONO BENE SE NO SI EVITA... SOPRATTUTTO SE STIAMO PARLANDO DI UNA RIVISTA DI RICETTE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).