Gita fuori porta

28 aprile 2011 
<p>Gita fuori porta</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il primo maggio è la festa, che forse più di tutte, celebra la primavera e stimola la voglia di scampagnate, dove i profumi delle prime fioriture si mescolano a quelli delle griglie fumanti. Forse non sai che è un metodo di cottura che nasconde non poche piacevoli sorprese.

Mentre aspetti che la griglia si arroventi, abbrustolisci fette di pane casereccio, magari quello preparato con il lievito madre e servi appetitose bruschette alla crema di melanzane o, per chi non riesce ad aspettare il "cuore" della grigliata, con salsiccia e stracchino.

Quando la superficie di cottura è sufficientemente calda, strofinala con uno straccio bagnato e con un po' di grasso, per evitare che i cibi si attacchino troppo; se il fondo è a piastra puoi buttare qualche manciata di sale grosso e poi sopra acqua che, sciogliendolo, lascerà una patina saporita su cui appoggiare le cose da cuocere.

A questo punto hai solo l'imbarazzo della scelta che dipenderà anche dal "palato" dei commensali.

Per chi preferisce i "comodi" spiedini proponi quelli saporiti d'agnello o una variante speziata di quelli di pollo. Costatine di maiale per gli amanti del classico e coniglio alla brace, come novità.

Per soddisfare gli appassionati di mare, braciole di pesce spada e scampi alla griglia.

Le verdure non possono mancare e molte sono gustosissime preparate così, come i peperoni o le patate alla brace

E per terminare con una strizzatina d'occhi alla tradizione capitolina e alle sue indimenticabili "gite fuori porta" fave fresche, debitamente spellate e pecorino, romano naturalmente.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).