La vitamina A nel piatto

08 settembre 2011 
<p>La vitamina A nel piatto</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Sfatiamo alcuni miti. Non è evitando docce o acqua clorata che si conserva a lungo l'abbronzatura bensì mantenendo ben idratata la pelle. Creme e lozioni doposole di qualità possono aiutare ma anche l'alimentazione può giocare un ruolo importante.

La vitamina A, del gruppo delle liposolubili, e gli acidi grassi polinsaturi omega 3 contribuiscono a mantenere il corretto livello di idratazione della pelle. Scopriamo dove trovarli.

Il betacarotene è presente nelle carote, meglio ancora se cucinate alla parigina o glassate. Anche ortaggi a foglie verde scuro o dal colore giallo-arancione ne sono provvisti; i peperoni, per esempio, in antipasto o con il baccalà , il cui olio ne è altrettanto ricco.

Fegato, uova e latticini sono altri alimenti nei quali si trova la vitamina A.

Gli acidi grassi devono essere introdotti con la dieta poiché il nostro organismo non è in grado di sintetizzarli. Li ritrovi nelle noci, maggiormente in quelle fresche ma anche in quelle secche, prepara quindi saporite fettuccine in salsa di noci o una ciambella con mele.

Elevate quantità anche nella maionese e nel… caviale, magari in un ottimo abbinamento con il salmone per condire deliziose bavette.

Insomma quando si dice "unire l'utile al dilettevole"!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).