TENDENZE

Catering? No, createring

22 gennaio 2010

Cucinare è un atto profondamente umano e genera cultura. Quando poi le buone idee incontrano giovani talenti creativi nascono realtà uniche: non sono installazioni di food design né ristoranti o semplici catering, ma luoghi che propongono un'esperienza di convivialità genuina e informale. Eccone una piccola rassegna.

Precedenti Successivi

Martino Gamper, designer della convivialità

1/5

Martino Gamper nasce a Merano, in Alto Adige, dove studia da falegname, frequenta il corso di scultura dell’Accademia delle belle arti di Vienna e approda poi al Royal College of Art. Proprio a Londra crea la sua Trattoria al Cappello. Il bello di questo luogo è che non è affatto una trattoria, ma un riuscitissimo laboratorio concept. Non immaginatevi una fredda esposizione dove al massimo si può addentare un microscopico finger food. La Trattoria è itinerante: si sposta di volta in volta in musei, gallerie d’arte negozi e studi. Le serate sono veri e propri eventi e tutto è creato dalle mani di Gamper: a partire dal cibo, per passare a bicchieri, stoviglie, vasi di fiori, sedie, e poi la grande tavolata formata da una serie di tavoli singoli, che diventano un unico lungo serpentone che si snoda negli spazi espositivi.
Contatti: studio@gampermartino.com

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI

    INTERESSANTI IN RETE

      Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
      Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).