TENDENZE

Acqua à la carte

22 marzo 2010

Come? La classe non è acqua? Sbagliato! Dopo la carta dei vini e quella delle birre, infatti, ecco che al ristorante fa la sua comparsa la carta delle acque. Sì, avete capito bene: è finita l'era in cui chiedere solo un'acqua per accompagnare un piatto di pesce significava essere guardate più o meno come barbari indegni. D'ora in poi se non potrete ordinare l'acqua giusta da abbinare al vostro menù sarete autorizzate voi a guardare dall'alto al basso un confuso maitre. E allora, sapete già cosa ordinare?

Precedenti Successivi

A.A. A. idrosommelier cercasi

1/10

Liscia o frizzante? Leggera o corposa? Se è ricca di minerali va bene con pesce e pollo? Le bollicine sono adatte ai sapori decisi delle carni rosse? E con il sushi? Se amate l’acqua ma non avete saputo rispondere a queste domande, forse siete pronte per un corso di idrosommelier. Organizzati dall’Associazione Degustatori Acque Minerali (ADAM), che ha stilato anche una Carta delle acque consultabile on line, si impara tutto ma proprio tutto sul mondo dell’acqua: caratteristiche organolettiche, provenienza, abbinamenti, e importanza dell’etichetta. Non solo per quello che c’è scritto, ma anche per la grafica e il design. Perché essere è importante, ma anche apparire non è poi tanto male.

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI
    Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
    Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).