TENDENZE

L'altra arte: un mondo da scoprire

09 agosto 2011

Superare le barriere e rompere le catene: l'arte ci avvicina al mondo dei diversamente abili e in alcuni casi diventa strumento di riscatto. Per continuare a pensare che un mondo diverso e migliore sia davvero possibile

Precedenti Successivi

Pari opportunità a fumetti

1/6

In principio fu Nemo, il pesciolino del film Disney che con la sua pinna atrofica è uno dei primi personaggi a cartoni a convivere con una disabilità. Oggi, invece, arriva Silver Scorpion, giovanissimo supereroe a fumetti.

La sua particolarità? E' bloccato su una sedia a rotelle, e quando lui si trasforma diventa parte integrante del suo equipaggiamento da battaglia. Fa parte di una task force di giovani eroi disabili, spesso resi tali dalla guerra: sono stati inventati da un gruppo di ragazzini siriani e statunitensi tramite Open Hand Initiative, associazione per la cooperazione e l'amicizia tra bambini occidentali e musulmani, e gli albi  sono scaricabili gratuitamente dal sito dell'associazione.

Anche in Italia i fumetti sono stati spesso veicolo di integrazione. È il caso di Gea, celebre serie creata da Luca Enoch e pubblicata dal leggendario Sergio Bonelli: uno dei suoi protagonisti, Leo, è un ragazzo paraplegico.

    Condividi:
    • Twitter
    • Facebook
    • Delicious
    RISULTATI

    INTERESSANTI IN RETE

      Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
      Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).