Valeria Mazza: «Quattro figli? Basta organizzarsi!»

03 ottobre 2011 
<p>Valeria Mazza: «Quattro figli? Basta organizzarsi!»</p>

Valeria Mazza è raggiante. È a Milano fino a sabato per gustarsi la settimana della moda (ieri era alla festa di Pirelli per l'apertura del nuovo flagship store, oggi andrà da Alberta Ferretti), e si vede che il ritmo frenetico della passerella, che la modella argentina ha cominciato a solcare con successo a 16 anni, le è rimasto nel sangue. È l'occasione per rivedere amici, "tornare in Italia, un Paese che amo". Ma anche di fare del bene.

Perché Valeria Mazza, 39 anni, 4 figli (Balthazar, Tiziano, Benicio e Taina, in scala dai 12 ai 5 anni), un marito, Alejandro Gravier, al suo fianco da sempre, sa stupirti subito. Style.it l'ha incontrata al Palazzo delle Stelline: nel pieno della frenesia delle sfilate, Valeria, fisico invidiabile e sorriso splendente, va controcorrente e parla di bambini (non solo dei suoi) e di altruismo.  È stata infatti scelta come madrina d'eccezione per la campagna Insieme contro il tetano neonatale promossa da P&G e Unicef per contribuire a debellare questa malattia che in 39 Paesi in via di sviluppo è responsabile della morte di 59mila bambini ogni anno. Dal 1° ottobre al 31 dicembre, P&G donerà all'Unicef un vaccino antitetano per ogni confezione di prodotto acquistato da noi consumatori nei supermercati e ipermercati italiani.

Valeria, non è la prima volta che presta la sua immagine per una buona causa. "Quando mi hanno chiamato, ho accettato subito. Qui c'è un obiettivo ambizioso: debellare questa terribile malattia entro 6 anni: grazie a un semplice vaccino possiamo salvare molti bambini. Mi occupo di volontariato da quado avevo 13 anni, quando da nuotatrice sostenni le Olimpiadi Speciali, dedicate a disabili mentali: ritengo necessario fare del bene agli altri".

Specie ai bambini.
"Anche in questi giorni, qui a Milano, mi sto facendo aiutare dai miei amici stilisti per sostenere una mia iniziativa a favore dei piccoli: un galà che si terrà il 10 di novembre in Argentina per sostenere la costruzione di un ospedale specializzato per bambini a Buenos Aires".

È qui a Milano con la sua "tribù"?
"No, sto solo 4 giorni e diventava troppo difficile per loro raggiungermi. In questo momento sono tutti con mio marito a Ushuaia (capoluogo della Terra del Fuoco, ndr), dove c'è una gara di sci. I miei figli sono ottimi sciatori".

Suo marito è un papà modello.
"Se la cava bene, ma è molto aiutato!"

Come si gestisce una famiglia di quattro figli?
"Tre cose sono necessarie: organizzazione, pazienza e tanta voglia di avere una grande famiglia. Se manca uno di questi elementi, non puoi farcela. Le mie giornate sono molto piene: ci si sveglia presto, ci sono i bambini da accompagnare a scuola, dove stanno fino alle 4 del pomeriggio, poi alle loro varie attività sportive. I figli, specie quando cominciano a crescere, hanno una loro vita, che va rispettata nei ritmi e nelle abitudini. Da piccola grazie ai miei genitori, ho praticato molto sport: voglio passare anche ai miei bimbi questo insegnamento. Competere ha un sano valore educativo perché insegna a gestire il confronto, a saper perdere, e anche a saper vincere con stile".

Lei non calca più le passarelle se non per eventi speciali, ma è comunque impegnata nella moda (ha una sua linea di occhiali e ha firmato tre profumi, oltre all'attività di opinionista sulla stampa argentina): come concilia lavoro e famiglia?
"Sono una privilegiata perché ho validi aiuti, ma non delego la cura dei miei figli. La cosa più difficile da gestire sono i miei frequenti viaggi".

Nel mondo della moda, fatto spesso di fuggevoli relazioni, lei è una mosca bianca.
"Avere una famiglia è sempre stato il mio sogno, fin da piccolissima. In tutto ciò che faccio la mia priorità restano i bambini".

I suoi figli come vivono la celebrità?
"Non nascondo loro nulla. Sono molto consapevoli di chi sono e del mio lavoro. Per loro la mia è una professione come un'altra. Sanno che cos'è un set e che il viso della mamma può apparire sui giornali. Per loro la cosa più strana è vedere che la gente conosce il loro nome e li saluta per strada!".

 

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Francesca 62 mesi fa

bella, brava, buona e organizzata..... beata lei!

Morgauzy 62 mesi fa

Brava!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).