Il patriottismo spiegato dai bambini

03 giugno 2011 
<p>Il patriottismo spiegato dai bambini</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Il 2011 mi ha fatto riscoprire il patriottismo. Dico riscoprire perché, in fondo in fondo, lo son sempre stato - patriottico, intendo - ma non ne avevo percezione. La cosa strana però è che non sono state le tante manifestazioni collegate al festeggiamento dei 150 anni dell'unità d'Italia, ma i miei figli.

Prima il grande ha portato a casa una bandiera, che occupa spazio e si impone nei nostri pochi metri quadrati (ma guai a toglierla: quando ci abbiamo provato Giorgio ci ha detto «Ma come? La togliamo??!!»). Poi si è presentato a casa con il testo dell'inno di Mameli e le prime note intonate, e via l'inevitabile richiesta di un bambino di 6 anni del 2011: «Cerchiamo un video dell'inno d'Italia su internet?». Potere di youTube.

A quel punto il facocero è letteralmente impazzito! La situazione era la seguente: i bambini ipnotoizzati davanti al PC, le casse a palla e via: tutti e quattro obbligati a cantare con aria solenne picchiando i pugni ritmicamente (cosa che ha mandato il facocero in visibilio).

Da un po' di mesi dunque, se vogliamo pace e tranquillità (!) si attacca Mameli.... a nastro! Aria di patriottismo quindi, e tentativo di spiegare ai bimbi un testo difficile. Ma anche un sacco di risate,  a vedere quel testo interpretato dal loro solenne patriottismo estemporaneo.

Ormai lo so: quando mi sveglio, di sabato e domenica mattina, devo accendere immediatamente il computer, perchè l'inno è la prima richiesta di Giacomo. Post-colazione. E come si fa a dirgli di no?

Partiamo dalle piccole cose, allora, per cercare di (ri)sentire nostro un paese che ci lascia sbigottiti ogni momento. Evidentemente - e per fortuna - l'innocenza dei bambini ci fa pensare poco, solo scaldare il cuore con un inno, in verità, nemmeno tanto armonioso.

(p.s. Io l'inno lo conosco a memoria, o almeno pensavo. Ho scoperto solo ora l'esistenza di strofe che nemmeno sospettavo esistessero...fatevi un giro!)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).