La squadra dei papà

06 giugno 2011 
<p>La squadra dei papà</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Se c'è una cosa che invidio, sinceramente, alle mamme è la loro capacità di fare squadra. È una regola che si impara a scuola: una mamma + una mamma + una mamma (e così via…) = un insieme di mamme. La stessa cosa non vale per i papà. Ed è un fatto con cui - con buona pace della matematica - i papà è necessario che prima o poi facciano i conti. Meglio prima che poi.

Mi spiego: mio figlio Z., in prima elementare sta imparando a raggruppare oggetti omogenei. Ciliegie con ciliegie, cappelli con cappelli, pesci con pesci e così via. Un gruppo di dieci unità (10 u) fa una decina (1 d). Fin qui tutto chiaro. Ma il ragionamento applicato all'ambito genitoriale mi ha fatto riflettere. Perché dieci mamme (ma ne bastano anche solo due o tre) fanno gruppo (tra di loro; e guai a provare a entrarci), mentre dieci papà restano dieci papà isolati? Mistero.

Oppure no. Il segreto si chiama: chiacchiera. Per le mamme ogni occasione è buona per intessere rapporti, far circolare informazioni, perfino alimentare falsi allarmi. Al bar dopo aver portato i bambini all'asilo o a scuola. Al supermercato mentre fanno la fila con il passeggino. Al parco dove i piccoli giocano, in piscina mentre i pargoli sguazzano nell'acqua, perfino alla fermata dell'autobus o in farmacia tra un pianto e un colpo di tosse.

Il "cemento" della squadra rosa sono i figli. Hai saputo di cosa è successo ieri in Prima A? Ma è vero che le maestre...? Sai cosa ha trovato nel piatto mia figlia durante il pranzo in mensa? Sei tu che raccogli i soldi per il regalo? Basta poco e da lì si parte per divagazioni, prese di posizione e, perché no, pettegolezzi di varia natura. Per i papà no.

Una volta messo in chiaro per che squadra si fa il tifo (se non ce l'avete trovatevene una di comodo), qual è il modello di auto da sogno (con le Ferrari si va sul sicuro) e dove si andrà in vacanza (Seychelles? Rimini? la Puglia?), tutto finisce lì. Quando mai si sentono due papà parlare di rendimento scolastico, compiti, saggi, riunioni e gite d'istruzione?

Coraggio, si può fare: è utile e pure divertente. Non siate timidi, non c'è nessun divieto. La chiacchiera scolastica è la base per creare un insieme di papà . E si possono perfino trovare interlocutori insospettabili: le mamme!

Ma degli "insiemi misti" parliamo la prossima volta.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
idalupino 66 mesi fa

Bellissima la foto d' inizio... Bè diremo che gli uomini come squadra fore se la cavano meglio delle donne su siamo sinceri...I padri dovrebbero essere messi in condizione SEMPRE di non essere timidi ma partecipi, perchè certe scelte come: abotro, diritti separazioni, ( senza dilungarci perchè devo andare a lavoro) ebbene come mai allora non ci si ricorda di fare coraggio ai padri. Coraggio non siate timide donne:) nessuno ha empre ragione... Ma bene l'intenzione andate avanti che siete forti donne

Cristiano 66 mesi fa

L'ultima frase è illuminante.....

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).