Se ti addormenti davanti a un film

18 luglio 2011 
<p>Se ti addormenti davanti a un film</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Guardare un film tutti insieme - noi e la figliola grande - una sera della settimana è una delle abitudini che abbiamo subito preso molto volentieri. Abbiamo iniziato con i cartoni e poi, ovviamente, siamo arrivati ai film per ragazzi, nuovi e vecchi. Durante l'anno questo cineforum sul divano capita tutti i venerdì, perché il giorno dopo è vacanza. Ma d'estate le scuole chiudono e càpita che la prole vada in vacanza coi nonni.

Così, siccome la creatura gradisce (e assorbe e impara) e siccome trattandosi di estate si può fare un po' più tardi la sera, siamo passati a tre film a settimana. E io sono il pusher, quello che allestisce il cartellone, trova i film, prepara le pizze e le consegna al proiezionista. Anzi, le proiezioniste: due nonne arzille quasi settantenni. Fornisco adeguate e dettagliate istruzioni su quale "videoregistratore" usare, quale disco, quale telecomando, cosa cliccare e quanto forte. Cosa premere prima e cosa dopo.

Ma al di là della mera questione tecnica, quando io scelgo un film per loro (figlia, mamma e suocera), lo faccio pensandole tutte e tre davanti alla tv. Perché non mi piace l'idea della tv che fa da baby-sitter. Perché mi piace che le nonne facciano un viaggio nel (cinema del) presente, che vedano per esempio Up o Harry Potter. O viceversa, che accompagnino la creatura a vedere i film dei tempi loro: da A qualcuno piace caldo a West Side Story, per dire due capolavori.

Invece ho scoperto che le nonne quest'estate al cineforum sul divano non ci vanno. E che mia figlia se li guarda da sola i film che io scelgo per lei, per loro.

Quando me ne sono meravigliato, la risposta è stata di questo tenore: «Senti tu, bel tomo, noi qui al mare alle nove di sera caschiamo dal sonno, perché è dalle sette del mattino che facciamo le nonne di queste due qua. E il mare è faticoso. Quindi se questa ragazza vuole un film, se lo guarda da sola. Punto».

Ho protestato lievemente (ma i bambini soli davanti alla tv? Ma il valore di un'esperienza condivisa?), poi mi sono messo io a guardare io il film della serata con Alice: Valiant, piccioni da combattimento. Mi stava piacendo parecchio fin dall'inizio. Poi, ecco, devo essermi...

Sì, insomma: ricordo che Alice mi ha detto: «Papà, svegliati: è finito, andiamo a letto. Non hai nemmeno russato troppo forte, stavolta».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).