Dopo la separazione mio figlio rifiuta qualsiasi rapporto. Che cosa posso fare?

08 maggio 2011 
<p>Dopo la separazione mio figlio rifiuta qualsiasi rapporto. Che
cosa posso fare?</p>

La conflittualità, che molto spesso accompagna le separazioni coniugali, può provocare nel figlio un sentimento di ribellione - addirittura di astio - nei confronti del genitore che ai suoi occhi appare "cattivo". Un sentimento che può, a volte, trasformarsi in un rifiuto categorico ad avere qualsiasi contatto.

In questi casi, se l'altro genitore non aiuta il figlio a riprendere i rapporti, ma anzi alimenta (anche inconsapevolmente) questa distanza, l'unica possibilità di ottenere l'attuazione del diritto di visita è quella di rivolgersi al giudice tutelare.

Questo giudice (che ha il potere di vigilare sugli accordi stabiliti in sede di separazione dal Tribunale) ha, infatti, la competenza a pronunciarsi sul ricorso con il quale il genitore lamenti l'inattuazione - per ragioni non dipendenti dalla sua volontà - del diritto di visita del figlio minore, e a emettere provvedimenti di carattere esecutivo per rendere effettivo quel diritto.

 

Cristiana Ubaldi abita a Roma, ha due figli ed è una giornalista giuridica esperta di Diritto di famiglia. Vuoi farle una domanda? Scrivi a community@style.it

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).