Uno psicologo per le donne che vogliono il cesareo

30 maggio 2011 
<p>Uno psicologo per le donne che vogliono il cesareo</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

La chiamano sindrome da too posh to push, ovvero troppo snob per spingere, ma la definizione modaiola nasconde in realtà un problema assi più grave, come la paura del parto naturale e le possibili ripercussioni che questo evento avrà sul fisico. Un terrore a volte irrazionale che, però, spingerebbe sempre più donne a ricorrere al parto cesareo. Un fenomeno che in Inghilterra sta raggiungendo proporzioni talmente allarmanti (siamo al 23% delle nascite complessive rispetto al 9% del 1980, con un raddoppio secco negli ultimi 12 mesi) da spingere il National Institute for Health and Clinical Excellence a offrire consulenza psicologica alle partorienti che scelgono questa soluzione per far nascere i loro figli, nella speranza che arrivino a cambiare idea, optando per il parto naturale.

Durante l'incontro lo specialista non offrirà solo supporto alle pazienti per affrontare al meglio il trauma del parto, ma le informerà anche dei rischi che tale intervento comporta e di cui spesso non sono nemmeno a conoscenza, per ignoranza loro o scarsa informazione delle strutture preposte. Ma nel caso in cui i consigli del medico o dello psicologo non dovessero sortire alcun effetto sulla partoriente, allora si procederà come richiesto dalla futura mamma, ovvero con il cesareo, anche se tale metodo costa quasi quattro volte di più al servizio sanitario (2.500 sterline contro 750).

E se in Inghilterra è quasi allarme, in Italia la soglia di attenzione sembra essere stata ormai superata da un pezzo, visto che da noi si ricorre tranquillamente al cesareo nel 40% dei casi (un dato che rappresenta il record europeo e il secondo mondiale), anche se a dar retta all'Organizzazione Mondiale della Sanità questa pratica è giustificata solo nel 10-15% dei parti. «Se la gravidanza è stata normale e non vi sono complicazioni mediche - ha spiegato Elizabeth Duff, consulente dell'inglese National Childbirth Trust - il parto naturale è senz'altro più sicuro per mamma e bambino. Ma nel caso in cui si scelga di ricorrere al cesareo, la consulenza di un esperto come uno psicologo o uno psichiatra può rivelarsi un ottimo modo per aiutare la donna a superare la paura del parto, dandole il supporto che le serve e facendole vivere questa esperienza in maniera positiva».

E tu, cosa ne pensi? Ti va di raccontarci la tua esperienza di parto cesareo (o naturale)? Scrivi a Style.it!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).