Terremoto e bambini: i consigli di Telefono Azzurro

di Staff Mamma 

Il sisma ha spazzato via anche le certezze dei nostri figli. Come rassicurarli e riportarli alla normalità? Ecco i consigli di Telefono Azzurro.

Staff Mamma

Staff Mamma

Leggi tutti

<<>0
1/

In Emilia la terra ha ballato, ma non era un gioco. I bambini lo hanno capito, hanno letto nei nostri occhi la paura e l'ansia per queste scosse che continuano senza tregua ad abbattere campanili e lavoratori. Tanti piccoli hanno dovuto lasciare le loro case per sistemazioni di fortuna e oggi si trovano ad affrontare una paura che non avevano mai provato oppure, nei casi peggiori, a gestire un trauma. La perdita amici o parenti, ma anche della propria casa e delle proprie abitudini.

Telefono Azzurro viene in aiuto dei genitori che stanno vivendo il sisma emiliano con diversi strumenti. Il proprio sito, innanzitutto, dove ogni pomeriggio persone esperte di bisogni di bambini e ragazzi sono pronte a rispondere alle loro richieste via chat e dove è stata inserita  una sezione speciale dedicata al terremoto. Poi un numero telefonico dedicato ai più piccoli (19696) e uno pensato per i genitori (199151515). Infine, un vero e proprio vademecum di consigli da seguire in situazioni critiche.

Il primo passo da fare è trovare insieme un nome per le emozioni nuove sperimentate per la prima volta in questi giorni. Bando anche ai sensi di colpa: se i nostri bimbi si sentono "cattivi" o "sbagliati" rassicuriamoli. Non c'è niente di male a sentirsi arrabbiati per quello che è successo.


Fingete, fingete, fingete: anche se è difficile, mettete da parte le ansie quando siete con i vostri figli e ostentate tranquillità . In ogni caso, cercate di passare con i vostri figli quanto più tempo possibile e di parlare con loro e di creare occasioni di dialogo. Ogni momento è buono per ascoltare i loro dubbi, le loro domande. Anche quando ve le ripetono con insistenza. Non negate mai una risposta e, per favore, che sia sincera. È un modo pure questo di far capire al bambino che state rispettando le sue paure e i suoi pensieri.


Per spiegare quello che sta accadendo in questi giorni cercate di essere chiari, scegliendo magari parole comuni ed esempi pratici. Spegnete la televisione: meglio non rivedere immagini che possono rinnovare il trauma. Occhio poi ai segnali in codice: mal di testa e mal di pancia sono spesso indicatori di un'ansia non espressa.

                                         
Per i bambini sotto i sei anni, è importante evitare situazioni che possano farli sentire abbandonati. Per quanto possibile, evitate allora di allontanarvi da loro. Potete distrarli leggendo favole, ascoltando musica, coinvolgendoli in giochi e, ovviamente, non lesinate le coccole!

Nel caso in cui i vostri figli siano già preadolescenti o adolescenti coinvolgeteli nella ricostruzione, fateli sentire utili. Incoraggiateli a dare il loro aiuto concreto e siate generosi negli apprezzamenti. Se invece, sono diventati aggressivi e autodistruttivi rivolgetevi subito a un esperto.

E proprio agli adolescenti si rivolge il progetto che Telefono Azzurro sta realizzando a Finale Emilia insieme alla Protezione Civile: oltre a un team di volontari e psicologi , sono state allestite  delle postazioni web per permettere ai "nativi digitali" di potersi esprimere nonostante il dramma che tutta la regione sta vivendo. Il terremoto, insomma, può essere visto attraverso i linguaggi e i codici più consoni ai teenager. La prima vera ricostruzione, non dimentichiamolo, è quella interiore.

Guarda anche

>> Mo te lo spiego a papà cos'è il terremoto

>> Lo psicologo: Come spiegare il terremoto ai bambini


 

DA STYLE.IT

  • Mamma

    La crescita del neonato e del bambino

    A che ritmi cresce un neonato? Quali sono i parametri da tenere in considerazione? Ecco il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Le coliche nel lattante: cause e rimedi

    Colpiscono il neonato nei primi mesi, ma ancora non si capisce da cosa possano derivare e come farle passare. Qui il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Svezzamento: tutto quello che devi sapere

    Lo svezzamento è un argomento delicato e molto vasto: a causa del mare magnum di pareri e consigli, le mamme non sanno più dove sbattere la testa. Qui il parere dell’esperto.

  • Mamma

    Storie di mamme: le pappe bio di Mamma M’Ama

    Tre mamme alla ricerca della pappa perfetta da dare ai loro bambini: gustosa, nutriente, ma soprattutto sana. Sul mercato ancora non c’era e allora… l’hanno inventata loro!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it