Mio figlio ha smesso di andare a scuola

di Marco Vinicio Masoni 

Una mamma scrive: l'anno scorso ha fatto troppe assenze e l'han bocciato, quest'anno, al terzo giorno ha già smesso di andare a scuola. L'analisi del nostro psicologo

Marco Vinicio Masoni

Marco Vinicio Masoni

PsicologoScopri di piùLeggi tutti


foto Corbis

foto Corbis

I giornali ne parlan poco, ma questi casi iniziano a diventare meno rari. Che sta accadendo? Ho la possibilità, grazie al mio lavoro, di ascoltare alcuni di questi ragazzi e sono queste le cose che mi colpiscono: mentre fino a poco tempo fa la ragione principale dell'abbandono precoce (parliamo della scuola media, oggi chiamata - ma perché? - primaria superiore) era dovuto al cattivo rapporto fra allievo e qualche insegnante, ora si sta aggiungendo la difficoltà di rapportarsi con i compagni.

Si tratta di un ulteriore indicatore del fatto che la classe scolastica (il gruppo classe e il relativo "patriottismo": noi siamo quelli della terza B!) sta diventando uno strumento in forte crisi e non più all'altezza dei bisogni dei ragazzi d'oggi.

E pensare che qualcuno, autorevole, ha pensato in questi anni perfino di alzare il numero massimo degli allievi per classe.

La nuova richiesta degli studenti, espressa con la loro opacità, con la loro  demotivazione, col loro disinteresse, col loro non sentirsi gruppo, è quella di un nuovo rapporto studente-insegnante.

Un rapporto il più possibile faccia a faccia. E più si è in classe, meno questo rapporto è possibile.

Questo bisogno non era così forte in passato, in tempi nei quali vigevano gerarchie ferree e disciplina dura. Un editto della Repubblica Cisalpina parla di classi che non devono superare i cento allievi!

Oggi la scuola è in crisi anche per questo. Il futuro, ragionevolmente, dovrebbe vedere scuole con gruppi piccoli e funzionali allo scopo e la scomparsa delle classi fisse, ma il lavoro è lungo e le scuole sono costruite in mattoni e cemento e divise in aule, tutte già insufficienti in vista delle future, fallimentari, classi di trenta ragazzi.

DA STYLE.IT

  • Mamma

    A lezione di… idratazione!

    Al via con la ripresa dell’anno scolastico la campagna educativa Hydration@school, per sensibilizzare i più piccoli e le famiglie sull’importanza di una corretta idratazione.

  • Mamma

    Torna il concorso “La matita delle idee”

    Arrivato alla quarta edizione, il premio nazionale indetto da Giotto – F.I.L.A. rivolto alle scuole dell’infanzia e primarie, quest’anno si intitola: “Crescere è un’arte – Stare bene con gli altri, stare bene a scuola”.

  • Mamma

    Impara l'arte e mettila da parte... con F.I.L.A.

    Avvicinare i bambini e i ragazzi all'arte e alla cultura (non) è un gioco da ragazzi: ci prova F.I.L.A con laboratori didattici e interattivi, presenti alle principali manifestazioni italiane del settore.

  • Mamma

    #Backtoschool: tante idee per il rientro a scuola!

    Driiin: la campanella del primo giorno di scuola sta per suonare e voi avete già rifornito il vostro armadietto con tutto ciò che vi serve per la nuova avventura tra i banchi? Ecco qualche idea per non arrivare impreparati... davanti alla maestra!


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it