Bambino prelevato a forza a scuola: l'opinione del nostro psicologo

di Marco Vinicio Masoni 

La cronaca è ormai nota. Un ragazzino nel padovano viene affidato al padre con una ordinanza della sezione Minori della Corte d'Appello di Venezia e un video, mandato in onda a Chi l'ha visto, testimonia che viene portato via a forza da scuola dalle forze dell'ordine. Si scatena la protesta in rete e intervengono anche i rappresentanti delle istituzioni. Abbiamo chiesto al nostro psicologo una riflessione.

Marco Vinicio Masoni

Marco Vinicio Masoni

PsicologoScopri di piùLeggi tutti


Screenshot dal video amatoriale trasmesso in anteprima durante
la puntata di Chi l'ha visto

Screenshot dal video amatoriale trasmesso in anteprima durante la puntata di Chi l'ha visto

Tutti ormai conoscono il caso (e hanno visto il filmato) del bambino del padovano prelevato a scuola dalla polizia. Questa la sintesi difensiva delle forze dell'ordine: lo doveva fare personale specializzato o il papà. Purtroppo i tentativi sono falliti.

Mi chiedono di dire la mia.

Prima operazione, di cosa devo tener conto  per formarmi una opinione? Perché le cose cambiano. Per esempio se mi fermo alla scena filmata: un bambino che si dibatte mentre vien  portato via di peso da più poliziotti, l'indignazione sale impetuosa come un sughero dal fondo del mare. Ed è una indignazione totale: le forze dell'ordine (cioè il simbolo della autodifesa della società civile) usano la forza con un bambino. E' puro scandalo.

Le cose cambiano un po' se ascolto la difesa della polizia. Resta l'indignazione per i modi, ma mi sento buttata addosso una domanda: lei, in queste condizioni, con la famiglia (della madre) che si oppone, e la legge che decide, cosa avrebbe fatto?

Ora mi dispiace se a qualcuno sembrerò corporativo, ma io, avrei chiamato uno, due, tre, psicologi, tutti quelli che sarebbero occorsi, per una mediazione fra i genitori e per tranquillizzare il bambino. Ci avrei lavorato giorni.

Morale. Ed è qualcosa che penso da anni. Magistratura, polizia e carabinieri non hanno più competenze di noi, non sono "esperti" e in questi casi dovrebbero rivolgersi ad esperti. Ma hanno certamente  molto più potere di noi, e ciò consente loro a volte di dimenticare che non sono esperti.

> La storia del bambino prelevato a Cittadella: cronaca e opinioni

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it