Lorenzo Tuttofare!

di Donatella Venditto - Noomray 

A tutto c'è rimedio e questo, il piccolo Lorenzo lo sa bene! A dispetto dei grandi che non gli volevano credere è riuscito a sitemare un'intera città spinto da forza e volontà...

Donatella Venditto - Noomray

Donatella Venditto - Noomray

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Illustrazione di Daria Piromalli

Illustrazione di Daria Piromalli

Il piccolo Lorenzo era il bambino più indaffarato che si fosse mai visto. Aveva solo due anni e nove mesi, ma invece di passare la giornata a giocare, guardare i cartoni e a fare tranquilli riposini pomeridiani, trascorreva il tempo seguendo una tabella di marcia davvero interessante: al mattino giocava con i suoi compagni all'asilo, poi correva nella Parafarmacia della mamma, dove si vendevano sciroppi per la tosse, gocce e creme che aiutavano le persone a stare meglio, e Lorenzo rimetteva a posto tutti i prodotti sugli scaffali, dedicandosi anche a controllare la pressione di amici e parenti usando il fonendoscopio e lo sfigmomanometro come un piccolo dottore!

Se pensate che la sua giornata fosse abbastanza piena così, vi sbagliate! Il pomeriggio tornava a casa con il nonno dove in giardino si divertiva con il tagliaerba per fare in modo che fosse sempre tutto in ordine e una volta tornato a casa arrivava il suo momento preferito in assoluto: rimettere in ordine i suoi adorati attrezzi da lavoro come pinze, tenaglie, martello, cacciavite, chiavi inglesi e da pochissimo tempo, si era aggiunta all'allegra famiglia  anche un aspirapolvere giocattolo che stava diventando il suo orgoglio.

Ogni volta che li riponeva nella cassettina, Lorenzo li chiamava, pronunciando perfettamente il nome di ogni attrezzo: una cosa stupefacente per un bambino della sua età.

La vita sembrava trascorrere serena nella cittadina in cui abitava, fino a quando un pomeriggio, mentre si trovava in giardino con il nonno, una grossa nube scura e carica di pioggia coprì il sole. All'improvviso il buio avvolse la città e una pioggia fortissima con tuoni e lampi invase ogni cosa. Il nonno portò subito dentro casa Lorenzo, che con il naso appiccicato alla finestra continuò ad osservare la scena. Quando la pioggia finì e poterono uscire di nuovo, Lorenzo,il nonno e il resto degli abitanti si resero conto di cos'era successo: quel fortissimo temporale aveva distrutto ogni cosa in città. I tetti delle case, le macchine, le porte, i giardini, le strade, tutto sembrava essersi rotto!

Gli abitanti del villaggio erano disperati. La loro bellissima cittadina ora sembrava un paese fantasma. Tanti anni di lavoro per costruirla e un brutto temporale l'aveva spazzata via in pochi minuti. Tra le facce tristi e le lacrime però, c'era un piccolo abitante che non sembrava preoccuparsi, forse perchè era l'unico che capiva una cosa fondamentale: le cose a volte si rompono, ma poi si possono anche riparare!

Proprio in seguito a quel pensiero, Lorenzo aveva chiesto al nonno di accompagnarlo a casa. Non appena arrivò in casa, Lorenzo corse verso la cassetta degli attrezzi e trionfante la mostrò al nonno: « Con questi possiamo riparare tutto e la nostra cittadina tornerà splendida più di prima!» Il meraviglioso sorriso di Lorenzo avrebbe convinto chiunque, ma il nonno sapeva bene che quelli nella cassettina erano solo attrezzi giocattolo. Per questo accarezzandogli la testolina scura aveva detto:« certo Lorenzo, sarebbe bello se fosse vero, ma non ti preoccupare tu sei solo un bambino, ci penseranno i grandi a rimetterla a posto! Ci vorranno anni...ma ci riusciranno!». Lorenzo, che non era assolutamente un bimbo capriccioso, aveva cominciato a ripetere al nonno con insistenza che lui avrebbe potuto riuscirci!

Nessuno dei grandi però sembrava credergli. Proprio mentre mamma stava rientrando in casa, dalla cassettina degli attrezzi Lorenzo cominciò a sentire dei rumori. La lasciò cadere a terra e all'improvviso da quella cassetta fece capolino il muso curioso di una pinza e poco dopo  gli occhi vispi del martello. Lorenzo sgranò i suoi occhi verdi e osservò la scena:

«Allora Lorenzo, dov'è il problema?» aveva chiesto il martello pronto a darsi da fare.

«Sì Lorenzo, cosa si deve avvitare oggi?» aveva chiesto premuroso il cacciavite.

«Ma voi...parlate?»

Gli attrezzi si erano guardati fra di loro:« In realtà Lorenzo, noi eravamo addormentati da da tanti anni, ma da quando ti abbiamo sentito dire che ti saremmo serviti, ci hai risvegliati e ora siamo pronti per riparare ogni cosa!»

Lorenzo non credeva alle sue orecchie:«Ci sarebbe un'intera cittadina da mettere a posto!»

«E noi siamo prontissimi a farlo! Portaci con te!».

Il giorno dopo, quando Lorenzo tornò a casa dei nonni, tirò fuori la cassetta degli attrezzi che aveva infilato nel suo zainetto e poi uscì di nascosto...pronto a riparare ogni cosa. In meno di un giorno la bellissima cittadina rinacque più bella di prima.

Le pinze, le tenaglie, il martello, il cacciavite, le chiavi inglesi e anche l'aspirapolvere, avevano fatto un ottimo lavoro, ma il vero merito era del piccolo Lorenzo che non si era perso d'animo credendo fortemente che tutto potesse ripararsi. Erano state proprio la sua volontà e la sua forza a risvegliare i magici attrezzi e a ridare splendore ad una città che ora veniva illuminata dai sorrisi e non più bagnata dalle lacrime. Per quella incredibile magia, Lorenzo divenne un vero eroe per tutti gli abitanti che da quel giorno lo soprannominarono Lorenzo Tuttofare!

Ogni volta che c'era qualche cosa da riparare, chiamavano lui, che felicissimo accorreva pronto a sistemare ogni cosa. La sua ricompensa sarebbe stata poi un bel gelato al cioccolato e Lorenzo non avrebbe potuto essere più felice di così, perchè aveva capito una cosa importantissima: a tutto c'è rimedio!

>> Ti piacerebbe una favola personalizzata? Scrivi a community@style.it mettendo come oggetto LA MIA FAVOLA e inserendo nell'email nome, età, carattere del bambino (e possibilmente una foto che non viene pubblicata ma aiuta Daria per l'illustrazione).

>> Scopri il mondo di Noomray

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it