Tutti sui libri, le regole per evitare problemi a schiena e vista

di Rita Russo 

L'Associazione no profit PEAS suggerisce suggerisce tutti i piccoli accorgimenti che possiamo adottare per prevenire scoliosi, miopia, mal di testa e tutti gli altri disturbi che derivano dalle cattive posture

Rita Russo

Rita Russo

ContributorLeggi tutti

<<>0
0/

Stanno piegati sui banchi di scuola, poi a casa sui libri e infine sulla tastiera del computer. Leggono pagine su pagine e passano ore davanti alla televisione. Così i nostri figli tengono perennemente stressata la colonna vertebrale. E i loro occhi non stanno certo meglio.

Le posture scorrette o l'eccessiva esposizione ai monitor sono all'origine di tanti disturbi. I primi segnali sono una leggera deformazione della colonna vertebrale (la famigerata scoliosi) oppure un lieve incurvamento dorsale (quello che i medici definiscono ipercifosi). Queste cattive posture spesso vengono assunte dai bambini nei primi anni di scuola e se permangono anche nell'età dello sviluppo possono diventare problemi di salute molto gravi.

Ma non è soltanto la schiena a pagare le spese di una cattiva seduta. Pure gli occhi possono manifestare segnali di malessere: indebolimento della vista (miopia), mal di testa e lacrimazione (ipermetropia) sono tutte spie di una sbagliata esposizione a luce e testi scolastici. E persino la malacclusione mandibolare è strettamente collegata a una mala postura.

Come suggerisce l'associazione no profit PEAS, sono tanti i piccoli accorgimenti che possiamo adottare per prevenire tutte queste patologie. Ecco i principali:

Portamento eretto: per ottenerlo, meglio non caricare troppo lo zaino e usare strumenti di prevenzione come il leggio da studio. Il leggio PortaBook aiuta a non piegarsi sui libri quando si studia. Riduce l'affaticamento del collo e della vista e stimola una corretta postura. Può essere acquistato nelle cartolerie, nelle librerie, nei negozi di elettronica e nei negozi di ottica al prezzo di 19,90 euro.

Il leggio PortaBook è leggero e facile da trasportare perché è realizzato in poliprolinene, un materiale ecologico e atossico, riciclabile al 100%. È dotato di 5 inclinazioni e 3 elastici che lo rendono adatto a supportare libri, computer portatili e tablet. Gli enti scolastici che ne fanno richiesta possono ottenerlo in forma gratuita o convenzionata da Leggicomodo Education all'interno della Campagna Postura Corretta. L'iniziativa di prevenzione è spesso accompagnata dall'offerta a ogni studente di una visita specialistica gratuita.

Luce laterale: meglio studiare con una fonte luminosa laterale che illumina la pagina ma senza affaticare la vista.

Piccole pause: quando si studia è consigliabile fare delle piccole pause. Ogni 30 minuti spesi davanti al monitor del computer bisognerebbe sgranchirsi e distogliere lo sguardo peralmeno 5 minuti.

Tv e pc alla giusta distanza: quando ci rilassiamo davanti alla tv dovremmo osservarla da una distanza pari a 7 volte l'ampiezza edllo schiermo, meglio se in una stanza illuminata da luci indirette che non provocano riflessi sullo schermo.

Una dieta corretta e bilanciata: è la base del benessere anche dei piccoli studenti. Quindi occhio a cosa i nostri figli mettono sotto i denti.

Tanto sport: l'attività motoria migliora la condizione dei muscoli, anche di quelli che regolano il movimento della colonna vertebrale.

Leggi anche:

>> Sport, verdura e qualche trucco: ecco come salvare i bambini dall'obesità

>> Il decalogo per preparare i figli allo sport

>> Back to school: i consigli della dietologa

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it