Crayon Creatures,
i disegni dei bambini incontrano il 3D

di Simone Cosimi 

Basta coi fogli ingialliti che risorgono scheletrici dalle cassepanche: ora schizzi, abbozzi e lavoretti dei più piccoli diventano statuette tridimensionali da conservare per sempre. Ma se volete giocarci, meglio scegliere la versione peluche

Simone Cosimi

Simone Cosimi

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Foto Crayon Creatures

Foto Crayon Creatures

In fondo, le mamme e i papà hanno sempre pensato che le creazioni dei loro piccoli fossero autentiche opere d'arte. O quasi. Piccoli Picassi in erba, i pargoli, a cui non resta che crescere per raccogliere il meritato successo planetario. Peccato che quei fogli di quadernone a quadretti e quegli album da disegno rischino spesso di finire smarriti chissà dove, in qualche angolo del dimenticatoio. E, anche quando ci impegniamo a metterli da parte - raccolti in una scatola, infilati in un raccoglitore e così via - il corso del tempo colpisce spietato. Restituendoci anni dopo scheletri ingialliti della felicità di un tempo. Triste storia.

Niente paura. Adesso la soluzione c'è. Deliziosa, ghiottissima e tenera. Si chiama Crayon Creatures e promette un mezzo miracolo: trasformare schizzi, disegnini, abbozzi e lavori del vostro bambino in piccole statue tridimensionali. Come funziona? Niente di più facile. Si carica la scansione del disegno sul sito di Crayon Creatures. A quel punto la palla passa al designer Bernat Cuni - burattinaio dell'intera operazione - che si mette all'opera facendo lievitare cani, gatti, casette, genitori, draghi, orchi, fate, nani e cieli stellati: "Tecnicamente, definisco le linee di contorno - spiega l'inventore del servizio - dopodiché creo un piano dove proietto la struttura del disegno. Da quello schema realizzo il modello in 3d. Infine smusso gli spigoli e "ammorbidisco la creazione". Tutto al computer, ovviamente.

Come passaggio successivo, Cuni carica il modello digitale su Shapeways (un portale dedicato al nuovo modo di produrre gli oggetti secondo la logica del fai-da-te) e lo stampa - sì, stampa - grazie alla potente macchina 3d Z-Corp. Niente plastica: per sfornare il vostro simpatico oggettino si usa la sabbia mescolata a una polvere di gesso con una sostanza adesiva. Tocco finale: il colore e il rivestimento con cianoacrilato. Come ultimo step, non rimane che infilarlo in una scatola e inviarlo al cliente. Ovunque si trovi del mondo.

Occhio, però: vista la fragilità (e il prezzo: 99 euro a pezzo più una decina per la spedizione internazionale), non sono esattamente giocattoli da affidare alle vispe mani dei bambini. Piuttosto ricordi per genitori, nonni e parenti. Magari idee originali come bomboniere oppure ancora omaggi legati a un'occasione importante. Se invece cercate qualcosa di più morbido, resistente ed economico - qualcosa, insomma, da combattimento ma mai vista prima - vi conviene dare un'occhiata a Child's Own Studio. Lì sono i peluche che prendono le fattezze dei disegni. Imperdibili.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it