Raoul Bova papà
e gentiluomo

di Margot  Silva 

Al cinema Buongiorno papà , l'ultimo film di Edoardo Leo con Raoul Bova nei panni di un single ricco e spensierato che si ritrova di colpo a fare il papà. Un bel giorno alla sua porta suona Layla e la sua vita cambia per sempre

Margot  Silva

Margot  Silva

ContributorLeggi tutti


Foto LaPresse/Claudio Bernardi

Foto LaPresse/Claudio Bernardi

È al cinema Buongiorno papà , il film di Edoardo Leo sul rapporto padre-figlia. Il protagonista Andrea, interpretato da Raoul Bova, è un trentottenne single, affermato nel lavoro, che conduce una vita spensierata. Un eterno Peter Pan senza responsabilità, che vive con il suo migliore amico, non si fa mancare nulla, frequenta le discoteche e va con le ragazzine.

Ma un bel giorno alla sua porta suona Layla (Rosabell Laurenti Sellers), una diciassettenne anticonformista che dice di essere sua figlia. Con lei c'è nonno Enzo (Marco Giallini), un rockettaro nostalgico dalla personalità travolgente. Layla è il frutto di una relazione estiva tra Andrea e Valentina, mancata per una malattia.

La vita di Andrea è completamente scombussolata, lui che non sapeva neanche cosa volesse dire la parola "papà" si ritrova di colpo a convivere e a crescere sua figlia, a lottare con tutti i problemi degli adolescenti e a colmare quel gap di 17 anni. Padre e figlia imparano a conoscersi e a conquistarsi. Andrea si rende conto di essere un quasi quarentenne che vive in maniera superficiale e che si ostina a fare il ventenne e Layla realizza, invece, di non trovarsi di fronte il genitore che aveva sempre idealizzato e di non essere poi così brava a fare la figlia.

"Ho scelto di lavorare su questa sceneggiatura - spiega il regista Edoardo Leoper una naturale attrazione verso le storie che riguardano la famiglia e le dinamiche che si scatenano quando un evento rompe gli equilibri e disinnesca abitudini, modi di vivere e relazioni cristallizzate. E credo che il problema di un'intera generazione, la mia, restia ad assumersi responsabilità e che cerca di rimandare la formazione di una famiglia e la paternità fin quando è possibile, a volte oltre la soglia dei 40 anni, sia un tema attualissimo e su cui è necessario indagare".

Buongiorno papà è una "commedia di formazione", in cui non mancano situazioni divertenti e tragicomiche. I personaggi crescono, si evolvono e imparano a instaurare dei rapporti veri. La metamorfosi di Andrea è segnata dall'incontro con Lorenza (Nicole Grimaudo), l'insegnante di scienze motorie di Layla, dal carattere determinato. Con la sua caparbietà riesce a conquistare il cuore di Andrea e a renderlo più umano. Il finale è da "Ufficiale e gentiluomo", un po' di romanticismo non guasta mai.

LEGGI ANCHE:

>> Buongiorno papà, la parola al cast

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it