Lo svezzamento naturale: cos'è e come funziona

di Francesca Favotto 

Siete delle mamme alle prese con dei figli molto piccoli, che stanno per cominciare lo svezzamento? Avete sentito parlare dello svezzamento naturale, ma non avete ben chiaro di cosa si tratti? Questo è l'articolo che fa per voi!

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Il vostro bambino va per i cinque mesi e ormai è ora per lui di iniziare lo svezzamento, ovvero quando da un'alimentazione tipica dei neonati, esclusivamente a base di latte, si passa all'introduzione nella dieta di cibi solidi, una novità che va proposta gradualmente, seguendo degli schemi precisi, consigliati dal pediatra. Ultimamente però, si sente molto parlare anche dello svezzamento naturale, sul quale però ci sono ancora molti dubbi. Ecco una piccola guida per sapere cos'è e come funziona.

Cos'è? Lo svezzamento naturale è lo svezzamento che non segue precise regole, ma ha un andamento più libero, pur sempre rispettando l'introduzione graduale dei cibi solidi nella dieta del bambino. Si tratta, in pratica, di offrire al piccolo degli assaggi di quello che lui o lei sembra gradire di più, variando le proposte, senza modificare troppo però ciò che la famiglia mangia a tavola, quindi senza preparare le pappe per i neonati, ma porzionando e cercando di cucinare degli alimenti che vadano bene per la sua alimentazione. Non vanno comunque escluse a priori le pappe né il latte (materno o non), se il bambino lo richiede.

Quando? Lo svezzamento naturale, come quello classico, va cominciato intorno ai 6 mesi d'età, quando il piccolo inizia ad assumere e a mantenere autonomamente la posizione da seduti (necessaria per la digestione dei cibi solidi), a sviluppare la dentizione e a essere sufficientemente curioso per distinguere i vari sapori e per capire cosa gli piace e cosa no.

Come? Ecco alcuni consigli pratici su come fare lo svezzamento naturale: innanzitutto, tenere il bambino a tavola con tutta la famiglia, senza modificare gli orari dei pasti, di modo che lui possa prendere i ritmi e adattarsi; aspettare i sei mesi per iniziarlo, quando il bambino comincia a sviluppare un proprio gusto personale e a far capire le sue richieste, cercando di soddisfarle, se idonee alla sua alimentazione; assecondarlo anche sulla quantità: se mangia di gusto un certo tipo di pietanza e ne chiede ancora, soddisfate la sua richiesta; se il bambino viene ancora allattato al seno, proseguire con questa pratica se lui lo richiede, stesso discorso vale per il latte artificiale; in ogni caso, prima di cominciare lo svezzamento naturale, consultare sempre il pediatra.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it