La corretta alimentazione durante l'allattamento

di Francesca Favotto 

Siete alle prese con l'allattamento del vostro bambino, ma non sapete che alimentazione seguire? Ecco una piccola guida per non sbagliare.

Francesca Favotto

Francesca Favotto

ContributorScopri di piùLeggi tutti

Quando si diventa mamme e si ha la possibilità di allattare, bisogna far attenzione all'alimentazione da seguire. Se è tendenzialmente falso che alcuni alimenti possano favorire la montata lattea, come suggerivano alcune credenze popolari, è invece assolutamente vero che la neomamma deve aumentare il fabbisogno calorico giornaliero di almeno 300 - 500 calorie. Ma come, direte voi, ho già messo su dieci chili con la gravidanza, volevo già mettermi a dieta! Non abbiate fretta di dimagrire drasticamente se state allattando: per produrre 100 grammi di latte, vi occorrono almeno 95 calorie, quindi avrete bisogno di molte energie per sfamare il vostro bambino e questo favorirà un lieve calo di peso. L'importante è rispettare l'equilibrio tra i nutrienti e scegliere gli alimenti giusti: ecco una piccola guida per una corretta alimentazione durante l'allattamento.

- In generale, preferire sempre alimenti proteici ricchi di calcio, fosforo e vitamina A, la cui assunzione va incrementata del 15% circa.

- Sì a pesce, uova e carne, per coprire il fabbisogno di acidi grassi e aminoacidi essenziali, ferro, vitamine e minerali.

- Abbondare con frutta, verdura, legumi e cereali, ricchi di fibre, vitamine e oligoelementi.

- Sì anche a carboidrati complessi come pasta, pane e riso, mentre sono da moderare gli zuccheri, come i dolci, che non fanno altro che aumentare l'apporto calorico, ma senza incrementare la qualità del latte.

- Aumentare l'apporto di liquidi, per regolare e mantenere costante l'equilibrio idro-salino: bere quindi almeno due litri di acqua al giorno, meglio se oligominerale a basso residuo fisso.

- Continuare l'integrazione vitaminica iniziata in gravidanza ed estenderla anche a tutto il periodo dell'allattamento.

- Ridurre l'assunzione di caffeina, presente anche in bevande come tè o Coca-Cola: essa può causare irritabilità nel neonato e scarsa produzione di ferro nella mamma.

- Evitare bevande alcoliche e il fumo di sigaretta, che possono alterare il sonno del lattante e aumentare l'incidenza di asma, bronchiti e otiti.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà

    Nichi Vendola e il suo compagno sono diventati papà