Storie di "maschiacci"

di Anna Lo Piano 

Che si tratti di film, romanzi o videogiochi, il personaggio del maschiaccio dai capelli corti e dai jeans sdruciti ha il fascino del ribelle. Se almeno una volta non venisse fuori il maschiaccio che è in noi, le storie, come la vita, sarebbero infinitamente più noiose e spente.

Anna Lo Piano

Anna Lo Piano

contributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
1/

Tomboy, il film culto di Christine Sciamma in questi giorni nelle sale, ha come protagonista una bambina che vorrebbe essere un ragazzo, e si comporta come tale. Che si tratti di film, romanzi o videogiochi, il personaggio del maschiaccio dai capelli corti e dai jeans sdruciti ha il fascino del ribelle, che incita a rompere i tabù e vivere l'avventura. Se non ci fossero i maschiacci, se almeno una volta non venisse fuori il maschiaccio che è in noi, le storie, come la vita, sarebbero infinitamente più noiose e spente.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it