Barbara Siliquini: «web tv a misura di famiglia»

di Francesca Amé 

Barbara Siliquini, 41 anni e tre figli, ha mollato un ottimo posto fisso in azienda per inventarsi una web-tv a misura di famiglia: tra video, tutorial, forum e chat, la sua vita è cambiata (in meglio)

Francesca Amé

Francesca Amé

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Storia di una tv, su web, che ci spiega il 'mestiere' dei
genitori

Storia di una tv, su web, che ci spiega il 'mestiere' dei genitori

Continuano i nostri incontri con le mompreneur di Style.it! Dopo Elena Tavelli, babyplanner, Federica Gatti, coach per mamme, Eleonora Dellera, ideatrice di una swapping-boutique a misura di mamma, Patriza De Marco, ecco la storia di Barbara Siliquini e della sua web tv 'Genitori Channel'.

Ecco com'era la mia vita fino al 2008: un lavoro impegnativo come dirigente in una azienda di telecomunicazioni, fuori casa tutto il giorno, una tata fissa per gestire i bambini (3 figli, che oggi hanno 9, 7 e 3 anni e mezzo). Arrivavo la sera a casa esausta, a volte persino un po' insofferente verso i bambini che ovviamente mi cercavano moltissimo, ma io ero troppo stanca per prestare loro attenzione. Con la nascita della mia ultimogenita ho capito che dovevo cambiare qualcosa.
In realtà, qualcosa era già cambiato in me fin dalla prima gravidanza. Insieme ad altre due amiche, Patrizia e Barbara, rispettivamente giornalista e webmaster, avevamo fatto nascere nel 2005 un forum, che prima era solo una mailing list sul parto naturale http://www.partonaturale.org/. Parto Naturale ora è un sito: è nato perché con la maternità mi sono appassionata a qualsiasi cosa riguardasse la nascita, la puericultura, la crescita dei bambini, l'allattamento. Mi piaceva scovare e dare risalto anche a notizie meno note: devo dire che, forse per la prima volta nella mia vita, avevo trovato un argomento che davvero mi appassionava con tutta me stessa.
Mi è sempre piaciuto il mio lavoro, ero anche molto gratificata economicamente, ma è come se mi fosse sempre mancato qualcosa che mi facesse sentire realizzata completamente. Nel frattempo, eravamo nel 2009, stava scadendo il tempo per il mio rientro dalla terza maternità: non volevo più tornare ad essere una famiglia sull'orlo di una crisi di nervi. Ho deciso di mollare l'azienda e fondare con le mie socie una web tv a misura di genitori: Genitori Channel http://www.genitorichannel.it/ uno spazio dove, attraverso lo strumento del video, che è immediato e comprensibile a tutti, fossero veicolati dei messaggi. Come si può vedere dal sito, ci sono tanti canali, dai temi con gli esperti, ai consigli pratici, ai video tutorial su come fare le torte coi bimbi (e quelli li faccio in casa con i miei figli che si divertono molto e sono molto orgogliosi di 'lavorare con la loro mamma').
Bilanci? Diciamo che gli investimenti, per una start-up di questo genere, non sono enormi, ma ci sono. E non si può pensare di avere un ritorno immediato.  I progetti interessanti (anche economicamente) stanno cominciando ad arrivare solo ora. Per questo, per onestà, devo dire che bisogna avere le spalle coperte per far partire progetti così: ci vuole un altro stipendio in famiglia e per me è stato fondamentale il sostegno di mio marito.
Per il resto, tanto tanto impegno, ma anche tanta felicità nel poter lavorare vedendo crescere i propri figli, con orari flessibili, 'a misura di famiglia', facendo qualcosa di utile per altri genitori come me.

(testo raccolto da Francesca Amé)

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it