Withandwithin: mamme creative, in rete

di Francesca Amé 

Paola Innocenti, toscana, ci racconta com'è nata l'idea di creare una rete on line per le tante mamme con la passione per la creatività. E con la voglia di farla diventare un lavoro

Francesca Amé

Francesca Amé

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Continuano i nostri incontri con le mompreneur di Style.it! Dopo Elena Tavelli, babyplanner, Federica Gatti, coach per mamme, Eleonora Dellera, ideatrice di una swapping-boutique a misura di mamma, Patriza Di Marco, di MammaAngelina.it, Barbara Siliquini di Genitori Channel, Jolanda Restano e Veronica Viganò 'mamme inviate a San Remo', ecco la storia di Paola Innocenti.

Ho sempre fatto l'architetto, mi occupavo di sviluppo prodotti. Sono mamma di 3 figli, e qualche anno fa ho capito che dovevo dare una svola alla mia vita. Mi sono licenziata dall'azienda dove lavoravo: cercavo un lavoro più creativo, e anche più in sintonia con i ritmi della mia famiglia.

Nel frattempo, avevo ripreso i contatti con delle amiche, di stanza a Berlino, che svolgevano lavori creativi e ho cominciato a riflettere sull'importanza, per noi donne, di fare rete. È nata così l'idea di Withandwithin, una rete per donne creative che vogliono promuovere a vicenda la propria professionalità : ho scoperto mamme che facevano ottimi dolci e che hanno imparato a trasformare questa passione in una forma di lavoro, altre abilissime a ideare acconciature o vestiti, altre ancora ottime arredatrici o ideatrici di gioielli e così via.

Per queste donne non c'era certo spazio su LinkedIn e forse mancava loro anche la consapevolezza di avere in mano un mestiere sì 'creativo', ma anche interessante e appetibile per altre donne. Ho messo in piedi, da sola, con grande dispendio economico e di energie, questa piattaforma: c'è voluto solo un anno per capire come svilupparla, grazie all'aiuto di ingeneri e programmatori informatici. Ho cercato anche dei finanziamenti, trovando alcune cose interessanti nella mia regione, in Toscana, ma purtroppo ogni finanziamento è legato a… un investimento già fatto! È come un cane che si morde la coda.

Sono un po' folle, lo riconosco, e in questa nuova attività sto seguendo più la mia pancia che il mio cervello, ma credo molto nel progetto e sono convinta che prima o poi il traffico sul sito interesserà investitori e porterà profitto.

Il bilancio? Per ora siamo sulle centomila pagine viste ogni mese, con un migliaio di utenti iscritte che si scambiano informazioni, collaborazioni e contatti di lavoro. Sono soddisfatta di quanto fatto finora e sto lavorando moltissimo per sviluppare ancora questa rete, per far emergere i talenti creativi femminili, troppo spesso nascosti.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio