I bambini protagonisti di Resignation, la mostra di Natasha Shulte a Milano

di Rita Russo 

Dal 13 settembre alla BY Gallery di Milano è possibile ammirare opere che oscillano tra realtà e sogno, speranza e rassegnazione, bellezza e squallore. Mostrando la sofferenza infantile e una possibilità di riscatto collettivo

Rita Russo

Rita Russo

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Bambini abbandonati in un orfanotrofio in mezzo a un bosco: meravigliosi e allo stesso profondamente infelici. Sono i protagonisti di Resignation, il progetto che l'artista ucraina Natasha Shulte espone alla BY Gallery di Milano. Realizzata inizialmente per la Biennale di Kiev, la mostra viene inaugurata all'ombra della Madonnina il 13 settembre e rimane aperta fino al 26 ottobre 2012.

Felicità e angoscia, realtà e sogno, speranza e rassegnazione, bellezza e squallore. Sono questi i binomi sui quali l'esposizione insiste mantenendo come costante l'attenzione alla sofferenza infantile.

Le opere della Shulte (fotografie che a tratti sembrano dipinti) usano un linguaggio minimalista per assolvere un'alta funzione di "social art". Chiaro il messaggio che vogliono trasmettere: tutti possiamo partecipare attivamente alla società nella quale viviamo, e possiamo anche cambiarla attraverso la purezza e l'innocenza dei bambini.

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

  • News

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera

    Unioni Civili, ddl Cirinnà arriva alla Camera


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it