Shopping Solidale

di Sabina Montevergine 

Regali utili, belli ed etici per sostenere progetti di solidarietà

Sabina Montevergine

Sabina Montevergine

ContributorLeggi tutti

Borse e oggetti di design creati per la cooperativa Papili dalle donne detenute, prodotti di cosmesi realizzati nel laboratorio Daymons con materie prime vegetali, biologiche e del commercio equo-solidale.
E ancora: vini e prodotti alimentari certificati delle cascine piemontesi, cinture e orecchini fatti con pneumatici riciclati dai ragazzi del Cecchi Point, magliette, libri, biglietti, oggetti di artigianato etnico da Haiti, Guatemala, Senegal, Burundi…

Sono alcuni dei regali solidali che CISV propone per Natale, e il cui ricavato verrà destinato a sostenere il diritto al cibo, all'acqua, alla salute e all'istruzione in Africa e in America Latina.

Quest'anno per la prima volta sarà on line un portale e-commerce che da inizio dicembre presenterà le strenne disponibili, per tutti i gusti, le età e le… tasche.

«Un bel dono rende felice chi lo riceve ma al tempo stesso può servire a dare speranza e dignità a chi fatica per mancanza di acqua, alimenti, istruzione... A noi questo sembra il modo più completo per vivere il Natale» spiega Marta Buzzatti, fundraiser di CISV. «Le nostre proposte non riguardano solo i privati, ma si prestano a essere utilizzate anche come regali aziendali, per quelle imprese in cui si curano le relazioni e si mantiene l'attenzione alle persone. Sul modello, mi viene da pensare, inaugurato in Italia da Adriano Olivetti e che ci viene riproposto in questi mesi, dandoci un po' l'impressione di una 'profezia visionaria'».

I regali solidali CISV sono tutti realizzati nel rispetto dell'ambiente e dei lavoratori che li producono. Chi li riceve sa che, donandoli, avete pensato a lui ma anche a molte altre persone sul pianeta.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it