Coliche del neonato: che tortura!

di Silvia Gianatti 

Per loro, che sentono male, per noi, che non sappiamo come aiutarli. Le coliche arrivano e non c'è molto da fare, se non aspettare che passino. Con qualche piccolo accorgimento!

Silvia Gianatti

Silvia Gianatti

Blogger & ContributorScopri di piùLeggi tutti

Prima di tutto va detto che non sempre sono coliche. Molti bambini piangono per il mal di pancia a qualsiasi ora del giorno. L'aria nella pancia fa urlare. Le coliche vere e proprie, però, sono qualle che arrivano, di solito, all'imbrunire e soprattutto durano almeno un'ora. E un'ora di orologio, lo sanno bene le mamme, mentre il proprio bebé urla, può sembrare un'eternità.

Ecco allora che cosa fare per sopravvivere alle coliche, sapendo che passeranno, ma cercando di crederci davvero:

1) Rimanere tranquille. Più facile a dirsi che a farsi. Un'ora di pianto può diventare insopportabile e il bebé potrebbe continuare a piangere perché sente il tuo nervosismo anche se la colica è passata. Se ne hai la possibilità alterna la tua presenza a quella del papà e di un qualsiasi adulto nei paraggi e stacca un attimo. Cercando di rilassarti, di ritrovare la calma. Poi torna e riprova a cullarlo.

2) Fare un massaggino alla pancia del bebé. Durante l'attacco di colica sarà quasi impossibile fare un bel massaggio rilassante, ma dopo il bagnetto o in un momento in cui siete tranquilli, massaggia il suo pancino e cerca di far uscire l'aria. Dovrebbe prevenirle o almeno aiutare a farle durare di meno.

3) Tienilo a pancia in giù sulla tua coscia. E dondola. La posizione potrebbe aiutarlo a far uscire l'aria di troppo e il dondolio a rilassarlo.

4) Attaccalo al seno. Durante l'attacco vero e proprio non vorrà saperne, ma non appena il mal di pancia diminuirà, troverà pace. Attenzione però a farlo attaccare bene perché ciucciando rischia di ingerire di nuovo aria di troppo e potrebbe scatenare un circolo vizioso.

5) Portalo in giro. Cullarlo fa sempre bene. Siccome il pianto potrebbe durare anche molti minuti, procurati una fascia e tienilo vicino a te, il contatto con la mamma e il dondolio lo aiuteranno a tranquillizarsi (o quanto meno lo faranno sentire al sicuro).

6) Ascolta la musica. Puoi metterla a tutto volume in casa, ma probabilmetne lui non gradirà. Procurati allora le cuffie, alza il volume, magari canta e continua a coccolarlo. Riuscirà a farti restare più tranquilla, distratta dal suono continuo del suo pianto. E il tuo stato d'animo influenzerà il suo.

7) Prova con i fermenti al mattino. Chiedi al tuo pediatra quali, quanti e per quanto tempo. È provato che facciano bene e aiutino il bambino ad avere meno aria nella pancia. Ci sono anche medicinali ad hoc che il tuo dottore saprà consigliarti.

8) Cura la tua alimentazione (se allatti). Se le coliche sono davvero frequenti e insopportabili, prova a eliminare dalla tua alimentazione latticini e cioccolato. In alcuni casi la situazione migliora moltissimo.

9) Attenzione al finocchio: troverai tantissime mamme che ti suggeriranno di ingerire (o dare direttamente al bebé) la buonissima tisana al finocchio. Non farlo: spesso fa aumentare l'aria nella pancia del tuo bambino.

10) Resisti: passeranno. Davvero, devi crederci. Se sono frequenti fatti aiutare, trova un cambio, esci di casa, non sentirti in colpa. Coccolalo prima e dopo, ma se la colica ti fa impazzire, stacca. Solitamente al compimento del terzo mese tutto rientra, le coliche passano, e finalmente l'aria nel pancino diventa qualcosa di gestibile. Tre mesi non passano in fretta, ma arrivano!

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it