La pazienza è la virtù dei genitori ado (e anche il Fattore C)

13 maggio 2011 
di SeM
<p>La pazienza è la virtù dei genitori ado (e anche il Fattore
C)</p>
PHOTO GETTY IMAGES

Milano, partenza ore 13.15  
Torino,  arrivo ore 15.00

Con il traffico che c'è è davvero un tempo da record. Papà corre a tutta birra, sembra quasi mi si siano rotte le acque. Arriviamo sani e salvi a destinazione, in ogni caso, e per tutto il tragitto sento qualcosa di strano nella pancia: siete voi che vi muovete!??

La sensazione continua, ma le farfalle nella pancia scopro che le ha anche papà: tutto sotto controllo, dunque. Si chiama agitazione, e in questa gravidanza di coppia è più che normale che ce l'abbia anche lui.

Ore 15.30: prima...ecografia.
«È femmina?» - chiediamo.
«Mah, sembrerebbe più un maschio. Ma chi può dirlo? Così piccoli non si capisce. Forse sono due. No, è ancora troppo presto però per dirlo. Gemelli omozigoti lo escluderei: uno avrà almeno 5 anni. Non possiamo essere sicuri, dovrete aspettare il prossimo incontro. Tra due o tre mesi" - ci rispondono sorridenti.

«Due o tre mesi? Ma è tantissimo! Dal nostro test ne sono è passati 27 (ventisette), di mesi. Come gestazione abbiamo superato anche quella dell'elefante africano!!» - esclamiamo in coro io e papà.
«Portate ancora un po' di pazienza» - rispondono loro.

Pazienza.

Pazienza? Questa, che che si diceva esser virtù dei forti, altro non è che la prerogativa fondamentale dei genitori adottivi. E io che credevo di non averne.

Non avete idea di quante cose abbia aspettato, negli ultimi 27 (ventisette) mesi. Attesa, attesa e ancora attesa.

«Ma cosa si aspetta? Se ci è dato saperlo» - chiede papà.
«Niente di particolare: si aspettano i tempi africani. La burocrazia. Un timbro. Una firma. In queste cose sapete ci vuole anche una buona dose di fattore C».

Ok, bimbi miei, abbiamo capito: qui l'acido folico non serve. Ma cosa deve mangiare la mamma per aumentare il fattore C? Lo so, sono in tanti, giù, che si stanno dando da fare per farci incontrare il più presto possibile, ma per noi non è mai abbastanza. Avete bisogno di un papà e una mamma. Ora! E noi ci siamo, siamo pronti. E siamo qui!

Risalgo in macchina e ora è il cervello che mi frulla: e se la burocrazia ci costringesse a lasciare lì tuo fratello/sorella? Mamma e papà hanno lottato con tutte le loro forze: di più proprio non possono fare. Ora non dipende più nulla da loro, ma da un giudice, da un tribunale, dal destino, da Dio.

Tu resisti cuoricino, ci siamo quasi, e come tutti i genitori del mondo ci auguriamo solo che tu sia sano.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

RaKaeLi 67 mesi fa

questa lunghissima e agrodoce attesa sta preparando due genitori a essere i migliori del mondo! Abbraccio forte!

asmara 67 mesi fa

dai bimbi che vi aspettiamo!

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).