Come smettere di allattare

16 maggio 2011 
<p>Come smettere di allattare</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

È risaputo: per avere bimbi sani è consigliabile allattarli al seno fino al primo anno di vita. Lo dicono l'OMS, i pediatri, le mammematerne dell'internet e la mia vicina di casa.

L'allattamento, inoltre, deve essere a richiesta. Il che si traduce nel girare per casa tette al vento (gocciolanti latte, ma dirlo pare brutto) nelle prime settimane, e nel tenere un moccioso attaccato al seno in quelle successive (scatti di crescita: chi c'è passato sa di cosa parlo e le si rattrappiscono i capezzoli). Se cedi al latte artificiale, se ti arrendi alle ragadi assassine, allora forse non sei proprio una brava mamma. E se rinunci adesso, cosa ne sarà di te quando il gioco si farà duro per davvero?

Alla fine ci avevo creduto anche io. Con i miei tre figli ho totalizzato 52 mesi di allattamento, quindi parlo con cognizione di causa: il difficile non è iniziare, né continuare: il difficile è smettere - ma questo non te lo dice nessuno.

A essere sincera con le ragazze non è stato troppo complicato: dopo qualche assaggio di Rosso di Montefalco avevano già capito che al mondo esisteva qualcosa di meglio del latte di mamma. Ma si sa: le bambine sono più sveglie dei maschi (infatti non cadono mai dalle carrozzine).

Col terzogenito, Davide, è stata una tragedia. Si attaccava al seno in maniera compulsiva, scoperchiandolo a tradimento nelle situazioni meno indicate: mentre rinegoziavo il mutuo, parlavo con i professori, facevo la messa in piega. Per non parlare delle volte in cui mangiava alternando tetta e porchetta. Non sono una talebana dell'allattamento: offrire il seno ad un neonato mi intenerisce, ma farlo per placare un trentamesenne mi fa impressione anche se il pupone è il mio.

Per smettere ho provato di tutto: ho colorato i capezzoli col pennarello indelebile, mi sono fasciata il busto, sono scappata correndo veloce, l'ho lasciato piangere per ore, ho implorato il dostinex. Alla fine sono ricorsa alle maniere dure, spalmando il capezzolo di peperoncino piccante.

Probabilmente così facendo ho compromesso irrimediabilmente la futura vita sessuale di mio figlio, ma ha funzionato. E per compensare tutti i benefici derivanti dall'allattamento prolungato, gli ho rifilato subito una spinacina.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

damkina 67 mesi fa

.... e ci si mette anche il pediatra! , questo mese, puntuale come sempre ho portato il nanetto alla visita di controllo, inutile dire che pesa come un bimbo di un anno, benche abbia solo 6 mesi, svezzamento iniziato ma tutte le volte che trovo il coraggio di chiedere per il latte artificiale da alternare al mio durante la giornata, il pediatra mi guarda in cagnesco com se gli stessi chiedendo qualche strano dopante per neonati! ho perso 20 kg dalla gravidanza, il mio minimè mi prosciuga senza pietà, mi si attacca vorace al decoltè e mi guarda imbambolato per ore, magari bevesse e basta, lui , il nano ciccione, alterna poppate e gioco, tutto a discapito del mio seno. ogni tanto me le controllo perchè spesso dimentico di alternare la latteria ed il risultato è che mi ritrovo un seno gonfio e l'altro natura morta della serie "da qui è passato Attila" .

nadia 67 mesi fa

è indubbio che se i tuoi figli sono unici dipende dal fatto che lo sei tu, nel senso che se non ci fossi bisognerebbe inventarti 6 mitica

Lullaby 67 mesi fa

io mi trovo in questa fase..:-)

Cristiana 67 mesi fa

E t'è mancato l'allattamento in tandem, per motivi anagrafici... :P Io pure quello!

paola 67 mesi fa

io non sono una vera madre, tanto meno una brava madre: 3 figlie a zero mesi di allattamento...ma a vederle sembrano normali, eh!

troppo forte! Se quelle della Lecheleague lo sanno vengon0 a cercarti con torce e forconi. :-D

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).