Botox a una bimba di 8 anni? Era tutto falso

24 maggio 2011 
<p>Botox a una bimba di 8 anni? Era tutto falso</p>

Vi ricordate la storia di Kerry Cambpell, la donna di San Francisco che ha raccontato in diretta tv di fare delle iniezioni di botox alla figlia di 8 anni? Ebbene, era tutta una bufala.

A dirlo è la stessa Cambpell, che in realtà si chiamerebbe Sheena Upton. Di fronte alle indagini avviate dai servizi sociali per comprendere se la piccola Britney poteva restare sotto la custodia materna, ha confessato di essere stata pagata dai media per raccontare una storia di fantasia.

La Upton/Campbell ha raccontato al sito di gossip TMZ.com di aver ricevuto 200 dollari dal giornale The Sun per diventare la protagonista della cover story «I Give My 8-Year-Old Daughter Botox».

Dopo le fotografie e l'articolo comparso sulla testata, la donna avrebbe ricevuto l'offerta di partecipare alla trasmissione televisiva Good Morning America in cambio di un lauto compenso.

«Non ho mai fatto un'iniezione di botox a mia figlia» - avrebbe detto la madre. «Non le ho mai fatto nemmeno una ceretta, e non l'ho iscritta a nessun concorso di bellezza». Per provare ciò che sostiene, la Upton/Campbell ha sottoposto la figlia a una visita medica. «I risultati parlano chiaro. Mia figlia non ha mai fatto un'iniezione di botox».

Era dunque tutto falso? Creato ad arte? Speriamo di sì, almeno per la piccola Britney. Ma, certo, la questione rimane comunque grave: è necessario costruire una storia del genere per diffonderla sui media? I bisogni dell'audience sono arrivati fino a questo punto e, se così fosse, è giusto assecondarli ad ogni costo?

Sempre che, ovviamente, Kerry Campbell (o Sheena Upton che dir si voglia) non abbia cambiato versione semplicemente perchè spaventata dall'indagine avviata dai servizi sociali e dalla prospettiva di perdere la custodia della figlia.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Paola 68 mesi fa

Sembra di stare al cinema .

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).