Esame di maturità: seconda prova

23 giugno 2011 
<p>Esame di maturità: seconda prova</p>
PHOTO LAPRESSE

Esame di maturità, giorno secondo. In queste ore gli studenti stanno consegnando le prove, specifiche a seconda del corso di studi, per correre a casa e confrontare i ricordi con le soluzioni, online sin dal primo mattino. (Di primissimo mattino, invece, si era diffusa una versione di latino che si è presto rivelata totalmente inaffidabile).

Queste le prove: Studio di funzioni allo scientifico, Costruzioni per i geometri, Elettronica, Informatica, Economia Aziendale negli istituti tecnici, Alimentazione all'alberghiero, Ragioneria e Pedagogia.

Al Classico, infine, è uscito Seneca (Ad Lucilium / Liber VIII - Lettere LXXII-LXIV Il vero bene è la virtù). Maria Dina Dugnani, professoressa di Latino e Greco, ha commentato la versione per noi:

«È un pezzo tipicamente senechiano, con tutte le caratteristiche del suo fraseggio. Esprime un concetto e te lo ripete in tanti modi diversi per far sì che tu lo capisca bene. Se ci si ricorda un po' di sintassi dei casi e del periodo fatta in quinta ginnasio, le frasi si traducono da sole. Forse la difficoltà maggiore sta in una buona resa in italiano. Non mi è sembrato un pezzo troppo difficile, ma un (buon) tipico pezzo da maturità : se ne traducono di peggiori durante l'anno. Certo, bisogna ricordarsi un po' di regole, stare ben attenti ai casi per sistemare le parole al posto giusto: è uno dei barbatrucchi di Seneca, insieme a certi costrutti (per esempio: abituri che è «destinati ad andarsene», cioèl'uso del participio futuro nel senso di «destinato a»; il congiuntivo nella principale per rendere un'indicazione di comportamento; il necesse est nel senso di «è inevitabile»; la doppia negazione per affermare). Il passo più difficile mi pare quello della terzultima riga (quae periculum facere debet sui), ma forse si trovava sul vocabolario».

 

(ps: com'è andata?)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

Ho apprezzato molto le du tracce La prima sul cibo un tema che avrei voluto poter svolgere e la seconda sul genio di Andy Wahrol artista fuori dagli schemi

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).