La valigia intelligente è possibile?

25 luglio 2011 
<p>La valigia intelligente è possibile?</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Ecco, ci siamo. Ho rimandato e rimandato, ma a questo punto - in tutta onestà  - non posso davvero più sottrarmi. Domani si parte, e sì: è arrivato il momento di preparare la valigia.

«E che sarà mai» - direte voi. «E che sarà mai?» - vi faccio eco io. Solo che il vostro sguardo è perplesso; il mio, invece, è completamente pallato. Perché non so voi, ma io devo preparare una valigia per due adulti - che sarebbe niente - più due bambini sotto i 4 anni. E qui iniziano i problemi.

Perché la grande (si fa per dire) ha la curiosa tendenza - diciamo sì e no dopo 4 nanosecondi - a macchiare creativamente qualunque cosa indossi. E contemporaneamente a sporcare anche me (o il papà, dipende): abbracciandomi le gambe con le mani sporche di gelato se indosso pantaloni cachi, per esempio, o sfregandosi amorevolmente sulla mia spalla con il naso - che cola, ça va sans dire - affondato nella maglietta (la mia, e possibilmente blu). E per inciso: io ci casco tutte le volte. Credo che sia un attacco di coccolite acuta - del tipo mammaquantotivogliobene - e invece lei...zac! Mi frega, e si pulisce il nasino per bene.

Il piccolo (quasi sei mesi) resta invece tendenzialmente più pulito. Ma solo - e sottolineo solo - se mi sono portata almeno due cambi completi. Se invece - putacaso - mi azzardo a non portare altro che un misero body, ecco che si scatena l'innominabile: ettolitri di pipì che escono da ogni dove, quintali di cacca che sporcano lui, fino alle orecchie, e chiunque lo tenga incautamente in braccio in quel momento. Macchie immonde, per tacer degli odori.

Quindi: cosa metto in valigia? Porto di tutto un po', ché non si sa mai e metti che faccia freddo/caldo/umido/secco/non so, o sfido la sorte e mi preparo ad andare per il mondo (zozzi loro e zozzi noi) con sprezzo del decoro e di ogni parvenza di ordine e igiene?

Che poi: se si va al mare va ancora bene, i vestiti sono più leggeri e occupano un po' meno spazio, ma sei si va in montagna? Questa volta non mi lascerò intimidire. Basta essere razionali, signora mia: pochi capi tutti combinabili et voilà , il gioco è fatto.

Razionali un corno. Ho ammucchiato di tutto, per un totale di due zaino-valigia pieni per l'80% di vestiti taglia nano. Finirà come al solito: loro perfetti in ogni momento della giornata, io coi pantaloni cachi che a fine vacanza saranno camouflage, e quelle magliette blu striate in modo bizzarro.

Una volta, quando giravo il mondo libera e felice, mettevo solo quattro stracci in valigia: perché volevo viaggiare leggera, e soprattutto perché riportavo mille tesori e mi serviva spazio. Le mie mise da viaggio, insomma, erano l'ultimo dei pensieri.

A quanto pare - destinazioni a parte, almeno fino a quando non riesco a convincere mio marito che l'India, in fondo, non sarebbe poi così faticosa coi nani al seguito - non è cambiato poi molto. E poi dicono che la maternità ti trasforma.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
movida69 65 mesi fa

... giusto venerdì ricordavo con nostalgia mista a una buona dose di nonsipuòdire lo zainetto (formato bagaglio a mano) con il quale sono stata 3 settimane in vacanza a Cuba... e mi sono rassegnata a stipare nel bagagliaio i due borsoni due per i tregiornitre da passare dai nonni...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).