Le mamme vip non sanno vestire i figli

16 agosto 2011 
<p>Le mamme vip non sanno vestire i figli</p>
PHOTO SPLASH NEWS

Ma come ti ha vestito mamma? La stroncatura arriva da Gok Wan, famosissimo consulente di moda della tv inglese, amatissimo dalle donne normali e un po' meno dalle celebrities, che bacchetta senza pietà.

E se finora le sue critiche più feroci erano rivolte ai look delle ricche e famose, questa volta a far arrabbiare Wan sono quelle mamme vip che vestono la prole in maniera perlomeno discutibile.

Tre nomi su tutti: Victoria Beckham, Katie Holmes e Kate Price, accusate di agghindare i figli con mise da dimenticare, oltre che inadatte alla giovane età dei pargoli.

«Non è il fatto che queste mamme vestano i figli in abiti firmati a preoccuparmi - ha spiegato il 36enne presentatore di origine cinese al Daily Star - perché va benissimo, se possono permetterselo. Il mio rilievo è contro a quei ragazzini che vengono vestiti come degli adulti. Prendiamo il caso della piccola di casa Beckham, Harper Seven: dovremmo aspettare che diventi una bambina anzichè cominciare a celebrarla come una nuova icona della moda».

Ma anche Katie Holmes e Katie Price (altrimenti nota come Jordan), non si salvano dalla scure criticona di Wan: e se la prima finisce sotto accusa «per il permesso concesso alla figlia cinquenne Suri di mettere le scarpe con il tacco», la seconda viene aspramente redarguita «per lasciar usare le ciglia finte sulla sua Princess Tiaamii di appena due anni».

E se le stelle di Hollywood e dintorni finiscono sulla lista delle mamme cattive del temutissimo consulente modaiolo anglo-cinese, Kate Middleton incassa i complimenti per il suo look niente affatto dozzinale (come l'aveva invece definito la gran Dame della moda inglese, Vivienne Westwood), giudicandola «assolutamente fantastica». Forse perché la moglie del principe William non si veste come vuole mammà.

 

(Nella foto: Katie Price con la piccola Princess Tiiaami)

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).