I nonni si aggiornano

06 settembre 2011 
<p>I nonni si aggiornano</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

I nonni tornano a scuola per imparare a fare i genitori, visto che sempre più spesso si ritrovano a dover badare ai nipotini mentre i figli vanno al lavoro - o sono talmente giovani (pensiamo alle gravidanze adolescenziali) da non essere in grado di occuparsi di un figlio.

L'idea è del sito Grannynet, che ha lanciato un corso di aggiornamento della durata di cinque settimane per insegnare alle nonne inglesi (sono circa 7 milioni) come allevare al meglio i bambini affidati alle loro cure, con nozioni di rianimazione e svezzamento, ma anche di primo soccorso e pronto intervento.

Ideate e curate da un gruppo di ostetriche qualificate, le lezioni, uniche nel loro genere, danno la possibilità alle nonne di rinfrescare le loro competenze in materia genitoriale, adeguandosi ai trend moderni.

«Il loro istinto e la loro esperienza dovrebbero già essere abbastanza - ha spiegato al Daily Mail Verity Gill, fondatrice del sito Grannynet - ma qualche mamma spesso rifiuta i consigli dei nonni, perché trova che siano obsoleti o che mettano in discussione le loro certezze di madri».

Da qui l'idea dei corsi gestiti da un team di esperti che, accanto ai consigli su come comportarsi in caso di emergenza e su quali atteggiamenti adottare per meglio relazionarsi col bambino, spiegano anche alle nonne come usare le moderne attrezzature (in fondo, quando loro erano mamme, certe diavolerie di oggi non c'erano) e in che modo pianificare il nuovo ruolo, nell'interesse del piccolo affidato alle loro cure.

E voi? Pensate che i nonni di vostra competenza abbiano bisogno di un upgrade?

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

movida69 63 mesi fa

ahimé più che di un upgrade i miei avrebbero bisogno di un reset ...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).