Orgoglio sciatto

16 settembre 2011 
<p>Orgoglio sciatto</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

C'è una pubblicità , trasmessa nei canali della tivù satellitare, che mi dà sui nervi oltre ogni dire.

Le immagini mostrano una donna indaffarata mentre misura febbri, rovescia minestrine, dribbla bambini. La voce fuoricampo recita: «Tu! Che hai tagliato i capelli corti per non perdere tempo ad asciugarli. Tu! Che non dormi mai una notte intera, che giri con la maglietta sporca. Vivi in un mondo di pappine e sei davvero felice così».

Ecco, io vorrei tanto incontrare il brillante pubblicitario che ha ideato questa campagna e spiegargli che le donne, oltre che mamme, sono impiegate, commercialiste, addette alle vendite: in ogni caso persone difficilmente gratificate da notti insonni, macchie di rigurgito e capelli alla sperandio.

Provo vero fastidio per la retorica della madre sacrificale, tanto appagata dal proprio ruolo da compiacersi di essere sciatta in quanto occupata da più nobile benaltro.

«Eppure la mamma sciatty-chic è un genere molto diffuso» - dichiara Marta, che ha senso estetico, spirito caustico e cinque minuti da perdere davanti a un caffè.

Marta ha suddiviso la categoria in due generi: la madre abdicante à la Katie Holmes, attenta all'aspetto dei figli ma incurante del proprio, e la più fiera esponente dell'orgoglio sciatto.

«Lo stile sciatty-chic è tutt'altro che casuale» - spiega Marta. «Anzi, ha precisi canoni estetici: pelle color topo, dente giallino, ricrescita abbondante, unghie rosicchiate. La sciatteria è esibita con disinvoltura e un pizzico di orgoglio».

Vorrei poterla contraddire, ma ho riconosciuto il genere: è il tipo di donna che dopo aver figliato si arrende a tute in acetato, marsupi, sandali Birkenstock, e lega i capelli con elastici di spugna colorata. Stinti.

Lo sciattume assunto a stile di vita non ha niente a che fare con le possibilità economiche della persona che lo esibisce, e basterebbe poco per evitarlo: colori coordinati, capelli lavati di fresco, scarpe pulite.

Mentre ascolto Marta disquisire sul tema, faccio autocritica con angoscia crescente. Perché a me la sciatteria non piace, e ho fatto di tutto per evitarla dopo ogni gravidanza. Ricordo, anzi, che le mie lotte per conservare un aspetto curato erano uno dei maggiori fattori di stress post-parto.

Non sempre sono riuscita nell'intento. C'è stata, per esempio, quella volta che Davide piangeva, ma io dovevo fare una doccia in gran fretta e uscire per recuperare le figlie a scuola. Allora mi sono spogliata, ho legato i capelli in una coda di cavallo fermandola con gli slip (che avete da sgranare gli occhi? l'ha fatto pure Emmanuelle Béart, ed è finita sulla copertina di Elle) e mi sono lavata, asciugata, truccata, vestita. E sono uscita.

Marta non dovrà saperlo mai.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Becky 63 mesi fa

Oddio, le mutandefermacoda!!!!

latona 63 mesi fa

concordo, la sciatteria è uno stato mentale più che fisico; c'è chi riesce ad essere gradevole con macchie, ricrescite ed abiti stazzonati...e comunque non è di esclusivo appannaggio delle mamme o delle donne. (avete in mente il collega troppo intelligente e impegnato per curarsi di inezie quali l'igiene personale?!?) ciò che è intollerabile sono le persone che usano la sciatteria quale arma per dimostreti una loro (presunta) superiorità (troppo impegnate come genitori, santi, intellettuali, poeti o navigatori....)

Polly5vm 63 mesi fa

Sull'aspetto esteriore volevo dire!!!

Polly5vm 63 mesi fa

Non amo molto catalogare. Non è mai tutto così come sembra. C'è sempre un oltre a cui non facciamo caso soffermandoci troppo sull'aspetto fisico.

Rossella 63 mesi fa

Ma sono d'accordo, Lisa: comodo non è sinonimo di sciatto (disse quella che viveva in ballerine e sandali flat). La sciatteria è quell'atteggiamento mentale per il quale si può uscire con la maglia stazzonata e fuoritaglia, il cappotto con le macchie di rigurgito stratificatesi sopra, il capello allo stato brado perchè non si è avuto voglia/tempo di sistemarlo in qualche modo. Cose così.

Lisa 63 mesi fa

Ci sono le sane vie di mezzo... Magari non ho sempre la messa in piega del parrucchiere... Però cosa avete contro i miei amati bikerstock???? Non mi serve un tacco 15 io voglio poter correre con mia figlia, giocare a nascondino se me lo chiede.... E si puo' essere vestite comode senza essere sciatte e sporche... Anche perchè come faccio ad insegnare a mia figlia che deve rispettare il proprio corpo se innanzi tutto non lo faccio io???

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).