Giochi con me?

20 settembre 2011 
<p>Giochi con me?</p>
PHOTO LAPRESSE

GUARDA IL REPORTAGE DI LAPRESSE

"I bimbi giocano sul lido del mondo", scriveva Tagore in una delle sue poesie dedicate ai piccoli. Peccato che non tutti giochino allo stesso mondo. Anzi, che non tutti godano di pari diritto al gioco. In Africa, ad esempio, ogni mille bambini nati, 104 non festeggiano il primo compleanno (stando ai dati Amref). Dodicimila bambini muoiono ogni giorno a causa di malattie facilmente prevenibili, quindicimila sono orfani perché i loro genitori sono morti di Aids. Manca loro il diritto alla salute, al cibo, a una casa dignitosa. Manca loro anche il diritto al gioco e al tempo libero, considerato che i minori sono spesso impiegati in attività di supporto per le famiglie e che negli slum, le mega-baraccopoli vicino alle metropoli africane, vivono in condizioni di estrema miseria.

Eppure i bambini non si scoraggiano, e trovano un modo tutto loro per divertirsi. In Africa i bimbi perlopiù non hanno play station, computer e bambolotti. Sono abituati a costruire da sé i propri giochi, usando le proprie mani (secondo una tradizione consolidata da secoli come spiegano i sociologi). Giocano con ciò che offre loro la natura o con il materiale di scarto: diventano espertissimi nel "riciclare" a loro piacimento bottigliette, tappi, un vecchio borsello. E poi ancora gomme bucate di automobili lattine di bibite, bastoncini, sassi, bottigliette d'acqua: il gioco di questi bambini è creativo per definizione.

Con la loro sola fantasia, gli oggetti che adoperano - anche un misero pezzo di polistirolo - diventano qualcos'altro. Nel costruire il giocattolo da sé sta tutto il piacere di una conquista che è spesso sconosciuta ai nostri bambini, abituati a rapportarsi con giochi già preconfezionati e "addomesticati" alle loro esigenze. Per i bambini africani il gioco è soprattutto meraviglia, una scoperta che strappa un sorriso. Come quelli dei bambini ritratti in questo servizio di La Presse, realizzato in uno slum nei pressi di Adidjan, in Costa D'Avorio.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).