Non fare la bambina!

17 ottobre 2011 
<p>Non fare la bambina!</p>
PHOTO CORBIS IMAGES

Mentre sono al computer, Alessandra e mia figlia Lara si stanno scambiando i doppioni delle figurine degli animali.

Lara ha otto anni, Alessandra trentasei, ma bisogna capirla: ha da poco avuto un bambino ed è in piena fase regressiva.

Nessuno lo dice, e allora lo faccio io: si parla tanto della regressione che colpisce i primogeniti alla nascita del fratellino, eppure la regressione materna che consegue alla nascita di un figlio è molto più diffusa (e perniciosa, anche!). Se viene taciuta è perché mette in luce comportamenti imbarazzanti, solitamente mascherati dall'alibi socialmente accettabile del "lo faccio per i bambini".

Prendete Francesca, ad esempio. Colleziona i gadget di Hello Kitty che trova negli ovetti di cioccolata che compra per la figlia. L a versione ufficiale è che li conserva per la bambina.

Oppure, Marta. Da quando è diventata mamma ha palesato al mondo la sua ossessione per i peluches. Per mesi ha conteso alla figlia lo squalo gigante nel letto, poi - dato che la maggior parte delle volte era costretta a cedere - si è comprata un sacco a pelo a forma di coniglio cui ha dato il nome di Pisolone, dentro il quale dorme sonni da bimba. "In realtà è per le amiche di mia figlia, nel caso si fermassero a dormire da noi" si giustifica.

C'è poi Giorgia. Comprava quantità industriali di omogeneizzati, con mio sconcerto. "Tuo figlia sgranocchierà costolette prima che tu riesca a finire le scorte!" la prendevo in giro, e lei mi confessò di usarli nelle minestrine che cucinava per sé, dal momento che aveva deciso di svezzarsi assieme alla bambina. "Non posso resistere al profumo di una minestrina dentro la quale ho sciolto l'omogeneizzato o un formaggino spalmabile" ammise imbarazzata. La spiegazione che Giorgia dà al mondo, però, è quella di voler stimolare l'appetito della figlia mostrandole di gradire lei stessa il cibo che le offre.

E ancora, Anna. Da bambina sognava Cicciobello, ma la mamma femminista la costringeva a giocare con il Lego. Non appena il test è diventato positivo, Anna ha cancellato le antiche frustrazioni regalandosi la bambola completa di passeggino, navicella, ovetto, vestitini di ricambio e pannolini. Per fare pratica, certamente.

Per non parlare delle schifezze cui ci permettiamo di dare sfogo, finalmente libere di spalmarci vinavil sul palmo della mano per poi staccare la colla piano piano, sniffare compulsivamente pennarelli indelebili, fare sculture con la mollica del pane (al fine di intrattenere a tavola il bambino inappetente, ovvio).

E io, con tre figli, quali comportamenti incresciosi ho tenuto durato la mia fase regressiva?

Be', a parte rubare loro le caramelle, nascondere la Nutella per mangiarla in solitudine a piene ditate, rimanere sistematicamente incastrata con il sedere nello scivolo e chiedere a Babbo Natale la lavagnetta con i chiodini colorati... direi proprio nessuno!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Alessandra 62 mesi fa

Finalmente leggo l'articolo che mi vede come tua musa - sono io Alessandra-. Lo avrei fatto prima, ma ho trascorso giorni di "bagordi" per festeggiare la fine dell'album di figurine. Una gioia che non provavo dalle medie(era l'album di kiss me Lucia). Ora corro a gattonare per casa con il mio bimbo, per poi tornare al lavoro, seria ed inappuntabile assicuratrice in carriera. Un bacio.

Barbottina86 62 mesi fa

Allora sono giustificata, sono giustificata!!!Lo dici tu a mia figlia???

Rossella 62 mesi fa

Barbottina, ma tu sei dell'86!! dell'86, santocielo. Io andavo all'università quando tu nascevi. E' logico che sia tu a giocare con i cucciolicercamici, sei una bambina! Forza, mettiti seduta sul divano che ti faccio vedere Spongebob in televisione, poi ti preparo il panino con la nutella

Barbottina86 62 mesi fa

Ciao, mi chiamo Erica e sono dipendente dai cuccioli cerca amici...potrei spiegare a mia figlia quattrenne il motivo per cui misteriosamente spariscono dalla sua cesta dei giochi ma la verità è che me li sgama sempre ogni volta che viene a trovarmi in ufficio....(uuuuuh....mamma!mi hai lubato l'ossetto, igl deffino, la tattalugaaaaa!!!!)

Rossella 62 mesi fa

visto che parlate di cancelleria, mi trovo costretta a confessare che uno degli acquisti più meditati è la scelta del diario scolastico. Che uso io (al posto dell'agenda, per segnare gli appuntamenti)

frà 62 mesi fa

Io devo ogni volta ricordarmi che sono la mamma e sono adulta quando mia figlia mi chiede di poter usare i miei pastelli quaderni scotch album matite gomme righelli, altrimenti direi sempre di no... allora non sono l'unica col pallino per la roba di cancelleria! Che sollievo...

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).