di Silvia Gianatti 

Se ne parla poco: i genitori non lo riconoscono, i bambini non lo raccontano. Eppure, tra i banchi di scuola, tanti sono gli atti di prevaricazione sui più deboli. Parlarne è il primo passo per venirne fuori

Silvia Gianatti

Silvia Gianatti

Blogger & ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Il termine bullismo deriva dall'inglesebullying ed è ormai entrato a far parte del linguaggio comune per definire tutti quegli episodi di oppressione fisica e psicologica ripetuti nel tempo. Uno studente è da considerare vittima di bullismo quando viene esposto più volte nel tempo ad azioni offensive messe in atto da uno o piò compagni. Il bullo agisce con lo scopo preciso di dominare l'altro, offendendolo e causandogli disagio: di solito il bullo è più forte della media dei coetanei e della vittima in particolare.
Esistono forme diverse di bullismo: si va da quello fisico diretto, ovvero atti di violenza come calci, pugni o pizzicotti, a quello verbale diretto che implica minacce, insulti, estorsione di oggetti o denaro.  Più difficile da individuare è il bullismo indiretto, che si gioca sul piano psicologico: si va dall'isolamento dal gruppo dei pari, alla diffusione di pettegolezzi e calunnie che possono far perdere amicizie alla vittima.  
Il bullismo è un fenomeno sia maschile che femminile che si esprime, però, in modi differenti: i maschi tendono a mettere in atto prepotenze dirette sia fisiche che verbali, mentre le femmine tendono a utilizzare forme indirette, più sottili e in un certo senso "raffinate" perché più difficili da identificare.
Generalmente l'atto di bullismo viene perpetrato nell'ambito scolastico: in classe, in corridoio, in bagno o negli spogliatoi della palestra. Il più delle volte i bulli e la vittima frequentano la stessa scuola, motivo per cui tutto accade lì o al massimo nel percorso tra casa e scuola.

DA STYLE.IT

  • News

    Family every Day, il web risponde al Family Day

    Family every Day, il web risponde al Family Day

  • News

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

    Bansky, nuova opera dedicata ai "miserabili" di Calais

  • News

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

    Asterix e Obelix contro il terrorismo #JeSuisParis

  • News

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime

    Parigi, è il giorno dell'omaggio alle vittime


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it