Pedibus, che bello il bus senza le ruote!

di Zio Burp 

Uno scuolabus che va a piedi, a che serve dite? Oh serve, eccome se serve. A far muovere le gambe ai bimbi, a decongestionare il traffico della zona, a dare il messaggio che l'automobile non serve. E con le multe...

Zio Burp

Zio Burp

ContributorScopri di piùLeggi tutti


Tutti in fila col Pedibus!

Tutti in fila col Pedibus!

L'idea del Pedibus nella mia città, Pavia, a me è piaciuta subito. Probabilmente l'ho vissuto anche come una specie di autorisarcimento. Dato che mi piace accompagnare i figli a scuola e che non lo posso fare tutti i giorni, allora ben venga l'idea di farmi guidare un'intera carovana, con i bimbi del quartiere.

Dicesi infatti Pedibus uno scuolabus che va a piedi. A che serve dite? Oh serve, eccome se serve. A far muovere le gambe ai bimbi, a decongestionare il traffico della zona, a rendere i bambini più puntuali e responsabili, a stare insieme. Serve a dare il messaggio che l'automobile non serve, specie se abiti a meno di un chilometro dalla tua scuola. Molto meglio una passeggiata, specie se in compagnia.

Così mi sono candidato, insieme ad altri genitori del quartiere. Abbiamo i nostri turni e un percorso preciso, abbiamo cartelli colorati alle fermate, abbiamo orari che spaccano il secondo, abbiamo smaglianti pettorine giallo fosforescenti. Abbiamo regole da rispettare e da far rispettare.

Il martedì mattina, insomma faccio 4 passi con questi 7-8 giovanotti, tra cui ora anche mia figlia. In principio, però, lei non c'era nemmeno tra gli iscritti. Il che poteva anche suonare strano: cosa spinge un genitore a candidarsi al Pedibus se non c'è almeno la comodità familiare di portarci la propria prole? "Ah, ma lei è grande, lei sa la strada, lei va da sola…", già, e con il Pedibus obiettivamente allungherebbe anche la strada. Però alla fine io l'ho convinta. Come? Mostrandole le multe.

Ebbene sì, perché noi del Pedibus diamo anche le multe. Provatevi a parcheggiare sul marciapiedi dove passiamo noi, cari i miei automobilisti, provatevi e vi ritroverete la nostra multa, quella con il titolo che la dice tutta: "E io dove passo?".

E se quella multa, la prima volta la strappate con un sorrisetto menefreghista, state pur certi che ne seguiranno altre. E prima o poi torniamo coi vigili, quelli veri, e allora niente più sorrisetto, vuoi vedere che su quel marciapiedi non ci parcheggi più?

E voi altri genitori? Nelle vostre strade, nelle vostre città, perché non guidate un Pedibus?

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it