Le mamme tutto possono

di Silvia Gianatti 

E pensare che doveva essere semplicemente l'intervista a Rebecca Ferguson. C'è il gossip. C'è (pure) il gossip!

Silvia Gianatti

Silvia Gianatti

Blogger & ContributorScopri di piùLeggi tutti


Rebecca Ferguson

Rebecca Ferguson

Sono stata tre le prime del mio gruppo di amiche a fare un bambino. L'ho fatto con un po' di incoscienza e tanta ansia sul mio futuro lavorativo perché, parliamoci chiaro, se sei assunta la gravidanza diventa una bellissima attesa verso quella lunga maternità che ti meriti e che ti godrai. Se hai una partita iva ti chiedi se riuscirai a lavorare fino alla fine, se in quei pochi mesi che starai a casa si ricorderanno di te, perché anche se ti hanno promesso di sì, assicurato che ci sarà qualcosa anche dopo, nella vita tu sai che siamo tutti sostituibili e la tua ansia non se ne va. In ogni caso, sia per una categoria sia per l'altra, il succo è che il fare un figlio potrebbe, non è detto ma così dicono tutti, bloccare la tua carriera, peggiorare le condizioni lavorative, bloccare i tuoi sogni che stai cercando di realizzare. Ecco, tante mie amiche non fanno figli perché hanno paura di quello che potrebbero perdere.

Non starò ad annoiarvi con un momento egocentrico in cui vi racconto quante cose meravigliose e lavorative ho fatto da quando c'è la Patata gigante, nella metà del tempo, perché da quando c'è lei lavoro solo metà giornata (ok, spesso anche la sera per recuperare, ma intanto sto con lei). Vi dico solo che grazie a lei ho imparato a ottimizzare i tempi, ho avuto il coraggio di iniziare e fare davvero quello che sognavo da anni, ho avuto la soddisfazione di pensare che quello che faccio non sia più solo per me.

Quello che voglio raccontarvi è invece l'incontro con una ragazza che si chiama Rebecca Ferguson e che nel 2010 ha deciso di partecipare all'edizione inglese di XFactor perché il suo sogno era sempre stato cantare. È arrivata seconda e oggi scala la classifica!

Rebecca Ferguson  ha 25 anni e due figli. Di 5 e 7 anni. E dice subito:

«Probabilmente senza di loro non avrei realizzato il mio sogno. E oggi per loro voglio essere più brava, voglio migliorare.»

In Italia l'età in cui si fare figli si sta alzando. Prima bisogna lavorare. Cosa ne pensi?

«Anche in Inghilterra si pensa tanto alla carriera, ai soldi, al successo. I bambini sono visti come un impedimento. Io ho capito che le uniche cose che rendono felici sono i figli e l'amore, la mia canzone "Nothing but love" è per loro.»

Li hai avuti davvero da giovanissima!

«Se non li avessi avuti così giovane probabilmente sarei finita in un brutto giro. Credo mi abbiano salvato. Quando tutti i miei amici andavano nei club e combinavano guai, io ero a casa a cambiare pannolini! Non ho rimpianti. Ok, non ho mai fatto una vacanza con le mie coetanaee, ma vedendo come sono andate le cose non ho perso nulla!»

È cambiato il tuo rapporto con loro ora che fai musica?

«Sicuramente non sono più una mamma presente 24 ore su 24. Ora ho una tata che mi aiuta e quando sono all'estero stanno con il papà. Sì, li vedo meno. Ma il tempo con loro ora è diventato prezioso. Sono felice.»

E sono felice anche io. E siccome ho ancora tanti sogni da realizzare ho deciso di fare anche io un altro bambino, volevo dirvelo. Magari con il secondo riesco a convincere anche le mie amiche. Le mamme tutto possono, ne sono sicura. Ok, potremmo anche rallentare… ma questa è un'altra storia.

PS: No, no, non ho imparato niente dal primo giro, ho comunque l'ansia lavorativa, ma stavolta cerco solo di pensarci di meno!

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio