Mo te lo spiego a papà cosa sono i ricordi

di Francesco Uccello 

A volte basta un conchiglia e un frammento di passato torna, si veste da racconto e incanta chi lo ascolta. Soprattutto se è tuo figlio.

Francesco Uccello

Francesco Uccello

ContributorScopri di piùLeggi tutti


foto Corbis

foto Corbis

«Papà mi fai vedere le conchiglie
«Si, ma le prendo io perché stanno nel vaso, a forma di palla, per il pesce rosso».
«Questa, questa come si chiama?»
«Questa è una ciprea che ho preso in una grotta che si chiama proprio grotta delle cipree a Ustica».
«E questa?»
«Questo è il guscio di un riccio melone che ho preso in una immersione molto ma molto profonda. Mi ricordo che però fu pericolosa ed io ebbi molta paura perché mi era finita l'aria e meno male che c'era Sergio con me».
«Guarda questa, che cosa è?»
«Questa è una conchiglia che ho trovato su una spiaggia in Australia in un viaggio che abbiamo fatto io e mamma un po' di tempo fa».
«Ma si sente il mare?»
«Prova, ascolta».
«Siii, si sente, ma come fa?»
«La conchiglia è stata per tanto di quel tempo nel mare che ora vuole farlo sentire a tutti».
«Posso prendere il cavalluccio in mano?»
«Si, ma fai attenzione perché questo cavalluccio marino me lo ha dato un pescatore di Gaeta quando avevo 10 anni e col mio papà sono andato al porto per comprare il pesce».
«Ma è morto?»
«Certo, me lo ha dato il pescatore perché era già morto. A volte capita che si impigliano nelle reti».
«E questa piccola piccola cosa è?»
«E' una conchiglia rosa che ho preso un giorno alle Maldive. E' a forma di cuore e la regalai a mamma».
«Ma questa è una spugna vero papà?»
«Si, una spugna per lavarsi».
«E perché sta qui e non nella doccia?»
«Perché è il ricordo del giorno in cui l'ho presa, ma soprattutto il giorno in cui l'ho tolta dalla busta in cui l'avevo messa per farla marcire. E' un odore insopportabile che si sente anche se la lavi a mare per ore. Il mio amico Umberto, capo degli ormeggiatori di Ustica, me lo aveva detto che se la volevo dovevo sopportare anche la puzza. Mi sa che non era solo una metafora».
«E questa stella cosa è? »
«E' una stella marina; hai visto che forma strana. E' il ricordo di una crociera subacquea in Mar Rosso. Mi venne pure la febbre alta e non potevamo tornare a terra per andare da un dottore».
«Papà, ma che cosa è un ricordo?»
«E' quando prendi un oggetto o senti un profumo o ascolti una canzone e ti viene in mente che cosa hai fatto quel giorno, le persone che hai incontrato, le cose che hai visto».
«Anche io quando divento grande voglio un sacco di conchiglie».

>> Scopri il blog Mo te lo spiego a papà

DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it