Ritorno al passato: il futuro è la canapa (anche per i nostri bambini)

di Giulia Landini 

Segno dei tempi, la canapa, storica pianta utilizzatissima in Italia fino al Dopoguerra, torna ad essere un materiale al centro dell'economia nostrana. Con essa si può produrre di tutto: abbiamo scoperto che è anche un ottimo alimento per i nostri bambini: con essa Marzio Barcella ha svezzato il proprio. Curiosi? Leggete come!

Giulia Landini

Giulia Landini

ContributorScopri di piùLeggi tutti

<<>0
0/

Revival o segno dei tempi? In momenti di crisi, si ri-scoprono alternative perdute nelle cantine e in filiere produttive. Ora tocca alla canapa, la pianta più bistrattata, sconosciuta e discussa al mondo.

Con la canapa, Marzio Barcella, barman di professione e consulente di aziende che lavorano con questa pianta dai mille usi, marito e papà, ha svezzato il suo bambino.
Vegetariani per scelta, Marzio e la moglie hanno optato per lo svezzamento vegetariano del loro ultimo bambino. Nel percorso sono stati seguiti privatamente da una pediatra, che ha loro consigliato il percorso ottimale da seguire.

Insieme a una ricca varietà di frutta e verdura, Marzio e la moglie hanno aggiunto alla dieta del loro bambino l'olio, i semi e il tofu di canapa, l'hemp-fu. Il risultato di questa alimentazione, seguita ovviamente dai genitori in primis, è stato che il bambino, che compie 1 anno a maggio, non si è mai ammalato.

«Abbiamo condito le pappe del nostro bambino - ci racconta Marzio -, che prosegue comunque l'allattamento al seno, con l'olio di canapa a partire dal quinto mese; all'ottavo abbiamo inserito l'hemp-fu e i semi decorticati di canapa frullati nelle pappe. Il risultato è che non si è mai ammalato. Ovviamente questo dipende anche dall'allattamento al seno, in questo senso anche l'alimentazione della mamma è stata adeguatamente curata: anche noi mangiamo i semi di canapa e condiamo le pietanze con l'olio di canapa a crudo».

I semi di canapa, dai quali è estratto anche l'olio, sono un coacervo di nutrienti, un vero e proprio super food: oltre all'elevato contenuto di acidi grassi essenziali polinsaturi Omega 3 (ne contiene circa il 15%) e Omega 6 (circa il 45%), l'olio di canapa contiene la famiglia dei tocoferoli - vitamina E antiossidante-, che proteggono i lipidi delle membrane cellulari,  principale bersaglio dei radicali liberi.

«I semi di canapa, e quindi anche l'olio, contengono elementi essenziali per una buona crescita del bambino - prosegue Marzio -. Penso all'acido gamma linoleico, circa il 4%, che facilita lo sviluppo della capacità di apprendimento e la memorizzazione; favorisce la sintesi delle prostoglandine, ossia ormoni localizzati, i quali calmano i processi infiammatori dell'organismo e le alterazioni del sistema immunitario rinforzandolo, favorendo l'omeostasi cellulare, quella capacità, da parte delle cellule, di mantenere l'equilibro. Per questo motivo abbassa i rischi di tumore. Inoltre, per un corretto equilibrio ormonale, ricerche mediche confermano che è necessario assumere gli acidi grassi essenziali  Omega 6 e Omega 3 - di cui i semi di canapa sono ricchissimi - in rapporto 3:1. La maggior parte degli oli vegetali non contiene questo rapporto ottimale e tende a  promuovere l'accumulo di prodotti intermedi che ostacolano  il metabolismo degli acidi grassi. È per questo che io e mia moglie abbiamo scelto l'olio di canapa al posto di altri oli vegetali».

L'olio di canapa, ottimizzando la risposta del sistema immunitario come prevenzione, può essere considerato un "vaccino" nutrizionale: se assunto quotidianamente, protegge dalle malattie metaboliche, arteriosclerotiche, vascolari e cardiovascolari. Ne è stata inoltre dimostrata l'efficacia per  la cura del diabete, artrosi, artrite remautoide, sindromi ginecologiche e neurologiche, psoriasi, eczemi e  micosi, pneumopatie, depressione.

«Per una persona, e in particolar modo un bambino, che ha scelto la dieta vegetariana, i semi di canapa sono un alimento perfetto anche perché, a differenza di tutte le altre specie vegetali, contengono tutti gli amminoacidi essenziali», conclude Marzio.  

Svezzamento dei bambini a base di semi di canapa secondo Marzio Barcella

Lo svezzamento del bambino con i semi di canapa e derivati ha tempi e dosi precise.
Si può iniziare a introdurre nella dieta, a partire dal quinto mese del bambino, 1 cucchiaino da caffè di olio di canapa in due pappe al giorno. Dall'ottavo mese è consigliato introdurre anche l'hemp-fu di canapa frullato nelle pappe, oppure 1 cucchiaio grande di semi di canapa decorticati in due pappe al dì.

Pappa vegetariana con hemp-fu di canapa (post svezzamento, dal settimo-ottavo mese):


-  Brodo vegetale fatto in casa con verdure a scelta;
-  Verdure del brodo;
-  ½ cucchiaino da caffè di miso di riso
-  Hemp - fu
-  1 cucchiaino di olio di semi
-  Crema di cereale in polvere per bebè

Frullare 2 cucchiai di verdure del brodo, aggiungendo 200 gr di brodo, il miso di riso, 1 cucchiaio di l'hemp-fu. Al frullato aggiungete il cucchiaio di olio di semi e la crema di cereale in polvere.

Per domande e curiosità, contattate Marzio Barcella a marziobarcella78@gmail.com


DA STYLE.IT

  • News

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

    Meteo: stop al caldo, torna l'inverno

  • News

    Arrestata infermiera killer a Piombino

    Arrestata infermiera killer a Piombino

  • News

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

    I genitori di Giulio Regeni: «Vogliamo verità e giustizia per nostro figlio»

  • News

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio

    Oscar 2016, trionfo Spotlight ma anche DiCaprio


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter di Style.it