Ti infiocchetto (il collo) per le feste

di Lucia Del Pasqua 

Essere più femminili con accessori maschili, o più romantiche con i classici nastri dal sapore infantile. Fiocchi e papillon, eccentrici e colorati, hanno diverse declinazioni, che stanno tutte (come il fiato) sul collo

Lucia Del Pasqua

Lucia Del Pasqua

ContributorLeggi tutti

<<>0
1/

Ce li aveva Candy Candy, due e rossi in vetta alle code dalle chiome bionde, anzi gialle, qualsiasi bomboniera da bambina ce li ha annodati a modino in raso preferibilmente rosa, e altri ancora sono appiccicati a certi sandaletti che vanno di moda adesso.
I fiocchi sono ciò di che più femminile ci possa essere, romantici e un pizzico infantili. Lo sono per antonomasia. Ma possono anche essere il loro "Carnevale", ovvero il rovesciamento di quello che in realtà rappresentano, e quindi accessori più maschili.
Certo, basta metterseli al collo, come fanno gli uomini più coraggiosi ed eccentrici con i loro colorati bow tie, e sfoggiarli con camicia o sempicemente con T-shirt (da bad girl), oppure appuntarsi delle spille a forma di fiocco, che di solito starebbero a ciondolare su giubbini di jeans, al collo (della camicia).

Insomma, ci sono ragazze che amano essere donne tentando di somigliare agli uomini, fregando loro papillon o cravattini da annodare, altre che li prendono e li reinterpretano a modo loro, e altre ancora che li fanno scendere sul decolté lasciandoli penzolare da originali collane.

E se si sceglie un papillon, di per sé tanto classico quanto stravagante, si deve puntare (quasi) tutto sui materiali: dalla ceramica di Core Sine Labe Doli, marchio ormai cult fra gli appassionati, al denim di Untitled, brand con sole poche settimane di vita, fino alla plastica delle Lego di LOK'D Jewelry, scovata nella blogosfera infinita (perché l'importante è spulciare).
Insomma, se bisogna proprio essere prese per il collo, almeno con stile.


Inserisci il tuo indirizzo email per iscriverti alla newsletter moda di Style.it
 

Cerca in Sfilate

Stagione Designer