L'Eclaireur si rinnova

02 dicembre 2009 
di

In occasione della recente apertura del nuovo e sorprendente negozio L'Eclaireur, a Parigi, in Rue Sevigné, l'express.fr pubblica un'intervista ad Armand Hadida, che, a circa trent'anni dall'inaugurazione del primo storico L'Eclaireur nel 1980, fa il punto sull'evoluzione dell'immagine delle boutiques o concept stores che siano.
Intanto qualche parola sulla nuova location: l'ultimissimo L'Eclaireur non ha quasi più nulla del negozio tradizionale,e l'impressione è piuttosto quella di una piattaforma interattiva, nella quale arte, moda e tecnologia s'incrociano. I muri, realizzati in materiali riciclati, sono letteralmete tappezzati di schermi digitali che diffondono immagini e "dissimulano" in parte gli abiti, che sono appesi all'interno di nicchie. In più, uno schermo "touch" permette di fare scelte "viruali" che aiutano ad orientarsi fra tutti i capi proposti secondo le proprie esigenze personali. Il progetto è dovuto ad Arne Quinze, un artista belga al quale si deve anche l'impressionante scultura in legno al centro del negozio. "Vent'anni fa, qualche abito presentato con abilità all'interno di una boutique era sufficiente ad attirare l'attenzione", sintetizza M. Hadida. "Oggi non è più così". Questo è il link per scoprire il resto dell'intervista.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).