Alta Moda, da Parigi a Roma

25 gennaio 2010 
<p>Alta Moda, da Parigi a Roma</p>
PHOTO FIRSTVIEW

Torna l'Haute Couture, torna la moda da sogno: da Parigi a Roma, un viaggio tra lusso, alta gioielleria e la fashion press di tendenza di Fashion on Paper n°1.

Al via ieri, domenica 24 gennaio, la 5 giorni parigina dedicata all'Alta Moda, quella accessibile a sempre meno elette nel mondo (concentrate per lo più in Medio Oriente, in Russia e in India...), ma sempre più capace di farci sognare, evadere, volare con l'immaginazione (e sappiamo quanto, anche questo, sia un bisogno da assecondare al 100%).
A tagliare ufficialmente i nastri di partenza della kermnesse parigina è stato il defilé del couturier di origini russo-tedesche Josephus Thimister, cui seguiranno, nelle prossime ore, quelli attesissimi di maison storiche come Christian Dior e Giorgio Armani Privé (oggi, 25 gennaio), Chanel e Givenchy (domani) e Valentino (mercoledì 26), ma anche quelli dei giovani talenti della moda internazionale che hanno il coraggio e l'entusiasmo di cimentarsi con una materia "difficile" come quella dell'Alta Moda, da Alexis Mabille ad Anne Valerie Hash (entrambi di scena oggi).
Grande novità di questa edizione, la nascita di Haute Couture/Haute Joiallerie: per un intero giorno (giovedì 28) sarà sotto i riflettori il mondo dell'alta gioielleria di firme da sogno come Boucheron, Dior, Chanel, Cartier, Mellerio dits Meller e Van Cleef & Arples, che apriranno - su appuntamento - le porte delle loro maison e dei tesori lì custoditi.

Prenderà invece il via sabato 30 l'Alta Moda romana: il menù della kermesse capitolina (che chiuderà martedì 2 febbraio) si rivela interessante soprattutto perché capace di fare coesistere "sotto lo stesso tetto" da una parte le sfilate degli storici nomi della couture romana, dall'altra i defilé dei talenti emergenti del Made in Italy, scoperti nel corso degli ultimi anni grazie al concorso Who is on next? (da Sara Lanzi a Gianni Serra, da Silvio Betterelli a Carta e Costura), e dall'altra ancora la seconda edizione (dopo il numero zero di gennaio 2009) di Fashion on Paper, punto d'incontro dinamico e vivace tra le nuove realtà indipendenti nell'editoria di moda cartacea e web. Un modo per fare il punto su come la moda oggi possa e debba essere raccontata usando parole e immagini nuove. Un modo anche per parlare di temi caldi dell'universo-moda grazie ai Fashion Talks e di godere delle performance artistiche, musicali o multimediali dei Fashion Events organizzati dai vari magazine che partecipano al progetto.
Www.style.it è come sempre attento al nuovo, a quello che verrà, a quello che potrebbe essere... la nostra curiosità ci porterà quindi a seguire Fashion on Paper in tutti i suoi momenti, in diretta. Appuntamento a sabato 30!

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).