Sfila Elena Mirò: la misura è relativa

24 febbraio 2010 
<p>Sfila Elena Mirò: la misura è relativa</p>

GUARDA TUTTE LE FOTO DELLE SFILATE AI 2010/11 >

Oggi in passerella Elena Miro' ecco tutte le foto >

Auguri! E sono venticinque! Elena Mirò festeggia così, sulle passerelle milanesi del prêt-à-porter (e sicuramente con una fetta di torta), gli anni dedicati alla "rivoluzione morbida", a quell'idea da sempre nel DNA della marca, che stile e glamour siano diritto naturale di qualsiasi donna, a prescindere dalla propria taglia. E' Lizzie Miller la protagonista della prima uscita: testimonial del brand, icona contemporanea, un viso e un corpo che parlano di joie de vivre e sofisticazione. Sfilano mises che intrecciano mondi apparentemente lontani tra loro, eppure raccordati dal ramo di ciliegio che decora la scenografia: un ponte simbolico tra passato e futuro. "Contaminazione" è la parola d'ordine che crea armonia nel contrasto, tra suggestioni grafiche orientali e tagli dal piglio moderno, equilibrato, occidentale. Onde platino su tailleurs dalle spalle marcate; longuette aderenti e giacche strutturate; abiti sagomati sartorialmente; passamanerie a rifinire l'interno dei capi spalla. Lavorazioni dévoré su sete e lane conferiscono agli abiti dimensionalità mentre jacquard e paillettes creano giochi di luce. I colori sfumano sulle ultime uscite: i bordeaux, i rubini e aubergine delle lacche cinesi cedono il passo a tonalità più tenui, beige e tortora. Le sete come porcellana, i dragoni cinesi a rincorrersi su bijoux, bottoni e cinture; tra i capelli bacchette-ideogrammi. Una collezione che dà una misura nuova alla modernità, senza data ne geografia.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
graz 77 mesi fa

Elena Mirò, qualità nei tessuti e ben disegnato sul profilo di noi ragazze morbide..

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).