Sfila John Richmond: Se l'Apocalisse diventa rock

27 febbraio 2010 
<p>Sfila John Richmond: Se l'Apocalisse diventa rock</p>
PHOTO MONICA FEUDI -

GUARDA TUTTE LE COLLEZIONI AI 2010/11 >

Oggi in passerella John Richmond, ecco qua le foto >

What's going on , Mr John? Sulla passerella ecco la risposta, forte e chiara, dai toni sempre rock, sovversivi. Succede che Caos sostituisce Cosmo. E' l'Apocalisse, signori! Da Richmond però non ci sono allarmismi: la sua sfilata è una presa di coscienza attuale  che ad una fine corrisponde sempre un inizio. Segni e significati sfarinano gli uni sugli altri: tradizione e tribalismi si mescolano, distante diventa vicino, culture e linguaggi si influenzano, tutto può essere abbinato, contaminato. I tacchi sono alti e le gonne corte (chi ha mai detto che non può essere?), il giorno si confonde con la notte, stivali cuissard come parte integrante di un look fatto di orli minimi, sensuali e femminili. Le giacche sono oversize, i cappotti corti portati su abiti e gonne altrettanto corte. Se la silhouette è femminile, lo stile e il piglio sono mascolini, i capi sportivi diventano creazioni sartoriali, il militare ordina ai sexy abiti da sera di "rientrare nei ranghi". Il selvatico -pellicce stampate e ricami animalier - incontra/scontra la civilizzazione: perline scomposte, paillettes sfaldate e tonalità metalliche come il bronzo, la canna di fucile e l'argento invecchiato. Tutto e l'opposto di tutto. Ma sempre rock.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).