Sfila Roberto Musso: More from less

26 febbraio 2010 
<p>Sfila Roberto Musso: More from less</p>
PHOTO MONICA FEUDI -

GUARDA TUTTE LE COLLEZIONI AI 2010/11 >

Oggi in passerella Roberto Musso, ecco qua le foto >

Sobrietà ed eleganza: la sfilata di Musso è un inno ad una Nouvelle vague dello chic. Le forme sono asciutte e sintetiche, i piccoli dettagli del savoir faire si accompagnano ad un raffinato senso del colore, quasi una palette tattile che parte dal mauve, al lampone, al rosso sangue della ciliegia sfumando in neutri terrosi, tagliati col nero, col bianco burro. Rieccheggia un vago sapore dopoguerra, ma interpretato: sfila la gonna a tubo costruita a balze in feltro tagliato al vivo, il top in double satin lavato dal taglio scultura che cinge le braccia e scopre le spalle, la camicia a pieghe gentili da abbottonare sul dietro, il coprispalle in visone blue Silver foderato in seta rosa da indossare con la gonna stretta sotto il ginocchio. Mousseline di seta color mastice per la camicia ampia che percorre spalle e braccia di aperture sulla pelle, polsi plissettati, pantaloni strettissimi. L'abito è il pezzo forte della nuova stagione: rigoroso come un tratto di matita, corto, colorato a contrasto, alterna tessuti diversi. Oppure resiste romantico per la sera: il tubino nero racchiude una cascata di metri e metri di perle cuciti a modi collier, davanti e dietro. Qualche pezzo disubbidiente: il maxi gilet in kidassia indossato a pelle (so rock!) o il cappotto dal taglio maschile, in angora doppiata e invecchiata dal sale, con il collo in kid foderato di raso fucsia-fluo. Punto vita alto, segnato su capispalla o tunichette. E tanti bijoux, macro, iconici, lame di luce sugli abiti.

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI
Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).