Tanto di cappello

27 febbraio 2010 
PHOTO COURTESY WHITE

Dal 28 febbraio al 2 marzo, nei nuovi spazi dell'ex Ansaldo del Salone White di Milano, è in mostra una selezioni di cappelli dell'immensa collezione della creatrice siciliana di Alta Moda Francesca Di Maria. Copricapo leggeri come batuffoli di piume, velette delicate, cuffiette impalpabili: 50 creazioni tutte in white, in bianco, in omaggio al nome della manifestazione che ospita la mostra. Eredità della nonna Erminia e della madre Caterina, pioniere della moda a Palermo e creatrici di pezzi esclusivi per nobildonne e signore eleganti, i cappelli di Francesca Di Maria raccontano, in un percorso che si snoda attraverso gli spazi dedicati agli espositori del White, l'evoluzione del gusto e del costume, dagli anni Dieci - quando Palermo vive la sua Belle Époque con la famiglia Florio - agli anni Sessanta del Novecento. Cappelli che furono indossati durante i ricevimenti di donna Franca Florio, musa di pittori e poeti per la sua straordinaria bellezza, i balli di principi e marchesi siciliani, le prime del Teatro Massimo... «Il cappello nella storia dell'uomo - dice Francesca Di Maria - è molto più di un accessorio, è elemento simbolico nelle diverse religioni, è attributo che identifica i mestieri, dalla barchetta di carta del muratore al cappellaccio di paglia del contadino, è strumento indispensabile per proteggersi dal freddo e dal caldo. Qui, in questa collezione, è sogno, sfizio, lusso, raffinatezza estrema, passione per la bellezza e patrimonio di creatività italiana».

Condividi:
  • Twitter
  • Facebook
  • Delicious
RISULTATI

INTERESSANTI IN RETE

Lunghezza massima del commento: 1000 caratteri
Style.it si riserva di cancellare commenti con contenuto diffamatorio o volgare, i messaggi autopromozionali e/o commerciali, oppure in cui vengano indicati dati sensibili o personali (indirizzi mail, numeri di telefono,...).